Giorgio Parolini, il Maestro d'organo che incanta Europa e America

giorgio1.jpgConcorezzo. Nove brani e un’ora di concerto all’interno di uno dei festival organistici più importanti a livello internazionale. Il Maestro concorezzese Giorgio Parolini, 46 anni, si è meritato l’onore e il prestigio di suonare domenica prossima nella meravigliosa basilica barocca di Weingarten, città tedesca del Baden-Wurttemberg dove è custodito il grande organo a canne costruito da Joseph Gabler fra il 1737 e il 1750.

 

L’ennesima conferma di un percorso musicale e artistico, iniziato da ragazzino, che ha portato il Maestro Parolini a esibirsi, all’insaputa di tantissimi suoi concittadini (oggi Giorgio vive a Villasanta), a Notre Dame a Parigi, nella Cattedrale di St. Patrick a New York, nella National Cathedral e nella National Shrine of the Immaculate Conception a Washington, nelle  Cattedrali di San Francisco, Orléans, Bordeaux, St. Malo, Barcellona, Copenaghen. E’ stato anche organista ufficiale nel Duomo di Monza e a Sant’Eufemia a Milano. Senza trascurare la Hallgrimskirkja a Reykjavik, in Islanda.

Un curriculum che lo colloca tra i maestri organisti più stimati e interessanti a livello internazionale: di lui hanno parlato (e trasmesso registrazioni) Radio Vaticana e Radio Catalunya. Apprezzata anche l’attenzione del Maestro Parolini per la musica contemporanea: nel 2009 aveva presentato in prima esecuzione mondiale il brano “Veni Creator Spiritus” dell’organista bergamasco Eugenio Maria Fagiani.

“La passione per la musica è nata in famiglia, trasmessami da mio papà – racconta Giorgio che oggi affianca l’attività concertistica con l’insegnamento a Catania e a Cinisello – Ho iniziato con il pianoforte e poi sono passato all’organo. Quando non ho lezione, studio e faccio pratica ogni giorno, impegnando almeno tutta la mattina”.

“Essere scelti per suonare a Weingarten è una bella soddisfazione – confida Parolini – E’ una delle manifestazioni più prestigiose a livello europeo. Non solo. Poter suonare in quella basilica e soprattutto quello strumento rappresentano una emozione in sé”.

C’è spazio anche per parlare di giovani e musica, tasto dolente della formazione scolastica in Italia. “La nostra scuola non fa molto per incoraggiare lo studio della musica – ammette – Qualcosa è cambiato con l’introduzione dei licei musicali ma per recuperare c’è ancora tanto da fare. Avvicinare seriamente i ragazzi alla musica e in generale all’arte richiede un impegno e una attenzione differenti”.

 

Prima di approdare a Weingarten, Parolini si esibirà sempre in Germania sul lago di Costanza. A più di dieci anni fa risale il suo ultimo “contatto” con l’organo della Chiesa Parrocchiale di Concorezzo, che purtroppo al momento – da quanto gli risulta – non gode di ottima salute. Chi vuole, comunque, sapere di più sui concerti e sulla carriera di Parolini può sfogliare le pagine del suo portale internet (www.giorgioparolini.com) dove sono caricati anche alcuni brani: minuti di vera poesia e magia tradotti in musica con quella atmosfera che solo l’organo sa ricreare. Da ascoltare.Il curriculumGiorgio Parolini si è diplomato in Pianoforte con la Prof.ssa Luisella Minini, in Organo e Composizione Organistica con il M° Enzo Corti ed in Clavicembalo con la Prof.ssa Mariolina Porrà.

 

Ha approfondito lo studio del repertorio organistico seguendo numerosi corsi di perfezionamento organistico tenuti da docenti di fama internazionale tra i quali H. Vogel, P. Planyavsky, K. Schnorr, J. Van Oortmerssen, L. Lohmann, R. Saorgin, M.C. Alain, L. Rogg.

Nel Settembre 1994 viene ammesso nella classe di Organo e Improvvisazione del M° Lionel Rogg presso il Conservatorio Superiore di Musica di Ginevra dove, nel 1996, si aggiudica il prestigioso "Premier Prix de Virtuosité". Nel 2001 ha frequentato il Corso di Perfezionamento per Professori d'Orchestra organizzato dall'Accademia del Teatro Alla Scala di Milano.

Vincitore alla XVI^ Edizione del Concorso Organistico Nazionale di Noale (Venezia), ha partecipato – unico organista italiano ammesso dopo una preselezione anonima - alla 2^ Edizione del Concorso Organistico Internazionale "Ville de Paris" e al Concorso Organistico Internazionale di Odense (Danimarca), nel Giugno 1998 è risultato tra i finalisti della 1^ Edizione del Concorso Clavicembalistico Nazionale "G. Gambi" di Pesaro.

La sua attività concertistica lo porta ad esibirsi regolarmente in Italia, in Europa e negli Stati Uniti, tra gli inviti più prestigiosi si segnalano: Cattedrale Notre-Dame di Parigi, Cattedrale di St. Patrick a New York, National Cathedral e National Shrine of the Immaculate Conception a Washington, St. Paul’s Cathedral a Londra, Cattedrali di San Francisco, Orléans, Bordeaux, St. Malo, Barcellona, Copenaghen, Magdeburg, Minden, Limburg, Brandenburg, Ulm, Fulda, St. Thomas Church a New York, Basilika di Weingarten; ovunque ha riscosso unanimi consensi di pubblico e la critica loda le sue brillanti capacità interpretative, l’espressività ed il sapiente utilizzo delle possibilità foniche degli organi. Nel suo ampio repertorio grande importanza riveste la musica contemporanea: nel 2009 ha presentato in prima esecuzione mondiale il brano “Veni Creator Spiritus” dell’organista bergamasco Eugenio Maria Fagiani, dello stesso compositore ha eseguito in prima esecuzione le "3 Parafrasi Gregoriane", inoltre ha presentato, sempre in prima esecuzione assoluta, la "Passacaille pour Clavecin" di Lionel Rogg e (in Italia e Germania) la "Suite du Premier Ton" di Denis Bédard. Collabora inoltra con cori, solisti ed ensembles strumentali.

E’ stato invitato a far parte di giurie in Concorsi Organistici Internazionali.

Nel Giugno 2004 Radio Vaticana ha dedicato una puntata della trasmissione “I colori dell’organo” alla sua attività di concertista; nell’Ottobre 2008 Radio Catalunya ha registrato il suo concerto presso la Cattedrale di Barcellona.

Nell’Agosto 2006 ha registrato la Fantasia K594 di W.A. Mozart all’organo della Basilica di San Marco in Milano. Il filmato è stato inserito nel DVD “Idomeneo. Daniel Harding al Teatro alla Scala” prodotto da Musicom per Banca Intesa.

All’attività concertistica affianca quella didattica: è docente di Teoria e Solfeggio e Organo presso la Civica Scuola di Musica di Cinisello Balsamo (Milano) e – da Dicembre 2012 a Novembre 2015  – di Organo presso il Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari. Da Dicembre 2015 è Docente di Organo presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “V. Bellini” di Catania.

Dal 1995 al 1998 è stato organista titolare della Cappella Musicale del Duomo di Monza, dal 1999 ad Agosto 2012 è stato organista titolare della Basilica Prepositurale di S. Eufemia in Milano.

Nelle foto qui sotto il Maestro Giorgio Parolini, il programma del concerto del 13 agosto e l'organo della basilica di Weingarten

giorgio2.jpg

giorgio3.jpg

giorgio5.JPG

Leggi anche

Malore alla guida, l'auto finisce sulla collinetta: tre feriti

La cultura non va in vacanza: biblioteca sempre aperta

Piscina, ecco come e quando iscriversi ai corsi

Ad Alessio Varisco il premio “Mani Caritatevoli” del Lions Clubs International Foundation

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEF URLs by Artio