Si può ridurre un coniglietto così? Enpa denuncia tre casi

coniglio.jpgMonza. Purtroppo ancora tante, troppe, sono le persone che ignorano il fatto che presso le associazioni animaliste, oltre ai "soliti" cani e gatti, è possibile trovare anche conigli, cavie, criceti e altri piccoli roditori in cerca di casa, animali che vengo affidati in salute, vaccinati (nel caso dei conigli) e sterilizzati dove possibile. I volontari esperti e appassionati, inoltre, dispensano utili consigli sulla corretta gestione di ogni animale, per ognuno di loro spiegano quale sia la giusta sistemazione, la corretta alimentazione, le abitudini, insomma tutto quello che c’è da sapere per cercare di farli vivere al meglio il più possibile, in un ambiente che comunque non è il loro originario. I volontari si rendono anche disponibili a seguire gli adottanti e a consigliarli dopo l’adozione in caso di bisogno, ma cercano anche di mantenere il più possibile i rapporti per avere notizie anche a distanza di tempo.

Sono ancora tanti, però, a pensare che sia più facile andare in negozio e acquistare un cucciolo come fosse un giocattolo, corredato di gabbietta e mangime … peccato però che i negozianti spesso ignorino quale sia la corretta gestione di questi animali, il loro obiettivo è solo quello di venderne il più possibile. Inoltre spesso danno consigli del tutto sbagliati, causando così molti danni. Un esempio? Vendere i criceti in coppia!

Questi animali purtroppo non sono tutelati da leggi specifiche e in giro c’è ancora parecchia ignoranza su di loro, ognuno li gestisce come meglio crede e i risultati sono spaventosi. Talvolta, quindi, non si può parlare di maltrattamento voluto quanto di ignoranza e disinformazione, con la convinzione che si stia facendo il giusto per il proprio animale. L'abitudine peggiore, e purtroppo più frequente e comune, è quella di farli vivere tutta la vita chiusi in piccole gabbiette, cibarli con mangimi a base di semi, non garantire loro le giuste cure veterinarie e i vaccini nel caso nei conigli, non considerarli animali delicati e bisognosi di cure e attenzioni come il cane e il gatto.

Libera, Shera e Pinotto, un abbandono che vale una vita!

Libera, Shera e Pinotto sono solo un tragico esempio di quali danni possa provocare una dieta errata protratta nel tempo, un classico caso in cui abbandono vuol dire salvezza!

Libera è stata trovata presso il parcheggio dell’Esselunga di viale Libertà a Monza. La piccola era deperita e presentava i denti incisivi lunghissimi e storti.Ricoverata al rifugio di Monza, è stata messa subito "all’ingrasso" e, non appena è stato possibile, è stata sottoposta a un intervento chirurgico per asportarle gli incisivi. Ora sta bene e cerca casa. (La sua scheda adozione è qui:  http://www.enpamonza.it/archives/34571#.Wfro4VvWyUk)

Shera è stata trovata in condizioni ancora peggiori: oltre ad avere gravi problemi ai denti (che verranno operati non appena raggiungerà un peso idoneo, essendo anche lei sottopeso perché il  dolore ai denti le impediva di nutrirsi adeguatamente) ha anche una grave carenza di vitamina D dovuta alla dieta sbagliata che ha seguito per anni prima di essere abbandonata, che le ha causato delle deformità alla colonna e a una zampa in particolare. Non è giovanissima e non appena sarà operata e tornerà in forza, cercheremo per lei un’adozione davvero, in questo caso, del cuore.

Pinotto, l’ultimo sfortunato arrivato, è stato trovato abbandonato in un orto in condizioni davvero pietose, gravi problemi ai molari non gli permettono di alimentarsi e di conseguenza anche lui è ovviamente molto denutrito. Al momento viene imboccato più volte al giorno con un alimento specifico per fargli recuperare peso e per potersi sottoporre a un’operazione ai denti. Per lui abbiamo anche lanciato un appello per chiedere donazioni di questo alimento, "Critical Care fine grind" della Oxbow, formulato appositamente per conigli e altri erbivori con scarso stato nutrizionale. 

Le regole di base per evitare errori devastanti

Tutti questi poveri conigli sono vittime silenziose di maltrattamenti dovuti all’ignoranza e alla disinformazione. Ricordiamo che il coniglio non può assolutamente vivere chiuso in gabbia e che sarebbe preferibile un'adozione di coppia, dato che in natura vivono in grandi colonie e la vita solitaria per loro è molto triste.

La dieta del coniglio, inoltre, deve essere costituita da fieno, erba e verdure adeguate per permettere il giusto apporto di fibre all’intestino e la corretta masticazione con conseguente limatura quotidiana dei denti che, ricordiamo, sono a crescita continua. Alimentarlo con semi non solo porta alla crescita spropositata degli incisivi e alla formazione di punte dentali nei molari, ma è anche dannoso per il sistema digestivo, con il rischio di incorrere in blocchi intestinali (la più frequente causa di morte nei conigli), o anche a carenze vitaminiche, come nel caso di Shera.

È fondamentale, infine, sterilizzare il proprio coniglio, non solo per evitare nascite indesiderate, ma anche per scongiurare la formazioni di tumori all’utero e ai testicoli, oltre a vaccinarlo regolarmente e portarlo da un veterinario esperto in animali esotici per tenere monitorata la crescita dei denti, delle unghie e lo stato di salute generale.

Le schede di tutti i conigli attualmente in adozione presso l'ENPA monzese sono consultabili qui: http://www.enpamonza.it/lagomorfi .

Per info, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Joomla SEF URLs by Artio