600 firme: gli anziani si tengono stretta la "Palasina"

Concorezzo. Meglio la "Palasina", storica sede degli anziani concorezzesi in via Libertà, o una futuristica cittadella degli anziani? Di cambiare pelle i frequentatori del Centro pensionati non ne vogliono sapere. E così in questi giorni, sotto la spinta dei patronati Cisl e Cgil, stanno sottoscrivendo in massa (si parla di 600 firme).

Il "trasloco" è legato alla permuta Villa Teruzzi-ex oratorio femminile. Nel progetto che porterà la residenza assistita in centro, è prevista la realizzazione di una cittadella per anziani con centro di aggregazione e alloggi protetti. Ma la storica sede verrà abbattuta, e con questa - si spera - anche il mostro di cemento che non è mai stato portato a termine all'incrocio con via Dante. Ma il sindaco Riccardo Borgonovo getta acqua sul fuoco: "Nessuna speculazione e niente verrà fatto senza un accordo con il centro anziani".

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI