A lezione nel quartier generale che vigila su tutte le emergenze della Lombardia

centraleprotezione2.jpgConcorezzo. Una lezione speciale nella Centrale operativa della Protezione civile regionale, il quartier generale dove vengono coordinati tutti gli interventi in emergenza della nostra regione. Mercoledì gli studenti della 5D delle elementari di via Ozanam sono stati accompagnati dai volontari della Protezione civile di Concorezzo nella Sala Operativa Regionale. Questa visita è inserita nel programma del "Progetto scuola della protezione civile di Concrezzo". I ragazzi, sono stati portati prima nella "Sala decisioni"  dove si riuniscono le competenti autorità in casi di emergenza. Questa sala è una" struttura di coordinamento" che interviene a un secondo livello di emergenza, hanno spiegato gli accompagnatori.Gradualmente, a seconda della gravità della situazione ci muoviamo su vari livelli. Sono diverse, infatti le forze che possono entrare in campo, in maniera modulare e scalare, in base alle criticità da risolvere: dall'informativa che arriva alla Sala Operativa Regionale, fino ad arrivare all'unità di Crisi Regionale. Quindi i ragazzi sono stati accompagnati nella Sala Operativa  Regonale, attiva 365 giorni l'anno 24 ore su 24, dove opera il Centro Funzionale Monitoraggio Rischi, che svolge attività di monitoraggio meteorologico, con formulazioni sulla gravità dei fenomeni e in particolare sulle conseguenze  che possono provocare  sull'incolumità delle persone, sui beni e sui servizi essenziali e di pubblica utilità.

Grazie a una attenta e continua raccolta di informazioni (dati acquisiti da oltre 250 stazioni di misura e trasmessi con una frequenza di 30 minuti), gli esperti sono in grado di aggiornare i valori di soglia, determinanti ai fini della previsione. In questo modo, possono avere una valutazione globale dei vari effetti sul territorio e dei vari livelli di rischio per la polazione.
 
Dietro le scrivanie, gli esperti, silenziosi e concentrati, consultano tabulati, monitorano, controllano, studiano. Ingegneri e Geologi mettono il loro sapere e la loro esperienza a disposizione di tutti noi per garantire il massimo livello di monitoraggio e di prevenzione. E quando tutto è tranquillo nella sala si percepisce la sensazione di un ambiente ovattato, assolutamente sicuro. Quando invece si è in piena emergenza l'atmosfera è frenetica: grandi monitor alle pareti osservati costantemente, decine di esperti che parlano, telefonano, si collegano per via telematica con mezzo mondo. E nello spazio di di poche ore, a volte di pochi minuti, le Autorità di protezione civile sono messe nella condizioni di muovere centinaia di persone. 
Nella sala operativa convergono differenti aree funzionali: la sala situazioni, la sala radio, la sala decisioni, la sala stampa. Entuasiasti dalla visita e delle spiegazioni i ragazzi sono tornati a scuola soddisfatti e con tante cosa da raccontare.
 

centraleprotezione1.jpg

 

 

centraleprotezione5.jpg

centraleprotezione6.jpg

centraleprotezione8.jpg

centraleprotezione9.jpg

centraleprotezione10.jpg

centraleprotezione31.jpg

centraleprotezione42.jpg

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI