Accordo Aler-Comune: addio eco-mostro, presto una casa per 24 famiglie

eco2014.jpgConcorezzo. Una casa tutta nuova per 24 famiglie residenti a Concorezzo. Dopo anni di orrore urbanistico, si chiude l'era del primo (e speriamo unico) eco-mostro cittadino. Dopo aver siglato alcuni mesi fa lo storico accordo con Aler per sbloccare il cantiere di via Libertà, il sindaco Riccardo Borgonovo e l'assessore ai Servizi sociali, Marco Melzi, hanno effettuato un sopralluogo nell'area, dove ora sta lavorando per conto della Regione una qualificata ditta lodigiana. E' già presente la gru e, settimana prossima, saranno montate le impalcature. L'obiettivo è di consegnare i lavori entro la fine del 2015. Nell'area tra via Dante e via Libertà, verranno realizzati 24 appartamenti destinati alle famiglie residenti in paese e già in graduatoria (la maggior parte sono di nazionalità straniera).
Lo sblocco dei lavori è sicuramente uno degli obiettivi più importanti raggiunti dall'Amministrazione Borgonovo, dopo il calvario burocratico seguito al fallimento delle prime imprese appaltatrici che hanno lasciato, fin dai tempi della Giunta di centrosinistra (2004-2009), l'incompleto scheletro di mattoni.
Nei piani della Giunta, tra l'altro, ci sarebbe l'obiettivo di collocare nei nuovi appartamenti gli anziani che vivono nelle case comunali situate in periferia per avvicinarli al centro. Un progetto non semplice da realizzare, ma sicuramente di doverosa prospettiva.

 

eco2014 (1).jpg

 

eco2014 (2).jpg

 

Commenti   
0 #8 GIUSEPPE 2014-11-24 10:36
Ma gli italiani all'estero devono lavorare, altrimenti li sbattono fuori a calci nel c.....o!!! All'estero altro che case popolari, assegno mensile....past i, pulmann, libri e gite gratis per i bambini. Siamo il paese di bengodi.....ven gono tutti qui tanto sanno che avranno tutto senza fatica. Ma ribadisco, prima gli italiani!!!
0 #7 DAVID 2014-11-23 22:48
Gli extra sono venuti qua per lavorare, non mi faccia ridere, sono venuti qua perché siamo un paese allo sbando, gli diamo tutto gratis. Questa gente che sbarca con telefonini di ultima generazione non sentono che siamo in recessione da anni, che il pil è negativo da 18 trimestri che le buste paga sono le più basse in europa , non c'è lavoro, non c'è lavoro , ma loro cosa fanno vengono da noi. Mi ricordo bene i racconti dei nostri italiani che sono andati all'estero per lavoro sono stati trattati come loro .Questi portano, malattie, reati in continuazione ( le carceri sono piene di extra ), e costano tantissimo appena sbarcano. Signor Martino il buonismo è finito, vedrà cosa succederà in futuro la gente è stanca e sta per esplodere .
0 #6 Martino 2014-11-23 13:32
Sig, David
Ha mai sentito parlare di Italiani che si trovano all' estero per motivi di lavoro.
Sa quanti Italiani sono in Argentina, Venezuela, Australia. Stati Uniti, Brasile, Germania, etc. etc. (e, non tutti purtroppo hanno lavorato onestamente).
0 #5 DAVID 2014-11-22 22:09
Signor Martino , se proprio ci tiene se li prenda lei , paghi pure lei la mensa le gite la casa. Provi a fare l'extracomunita rio in qualunque paese del mondo e poi mi dica come viene trattato. Il 98 % sono arroganti e non si vogliono integrare vengono qui perché noi siamo dei fessi che gli diamo tutto e gli facciamo fare di tutto.
0 #4 Martino 2014-11-22 13:21
Gli extracomunitari sono bravi solo quando fanno il loro dovere, quando chiedono anche i propri diritti sono da mandare via,
Vergognatevi!

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI