Acquaworld, a Concorezzo festa di capodanno fino alle 3

b_450_500_16777215_00_images_acquaworld.jpegNon saranno le cinque del mattino pubblicizzate sul sito internet, ma nemmeno le 22 previste dalla nuova ordinanza del sindaco Riccardo Borgonovo. Con un compromesso sensato il Comune, come del resto ha fatto con tutti i locali che lo hanno richiesto, ha consentito ad Acquaworld di tenere aperto fino alle 3 del mattino in vista del 31 dicembre. Dopo le analisi e la denuncia in Procura presentata da Arpa, il Comune ha messo il silenziatore al parco divertimenti di via La Pira, oasi di relax e benessere di giorno, apprezzata discoteca in acqua il sabato notte. Le urla degli avventori, la musica dei dj e gli impianti frigoriferi, però, hanno tormentato il relax casalingo di alcuni residenti e l'Agenzia regionale per l'ambiente ha dato loro ragione, registrando un eccesso di decibel.

D'ora in avanti,e finché non sarà messo un bel cappotto al parco, niente feste oltre le 22. Ma come fare per capodanno, con 1500 biglietti già venduti e la promessa di far festa fino alle 5? Il Comune ha concesso la deroga fino alle 3, chiedendo però di moderare la musica già dalle 2 di notte. Di fatto il 31 dicembre verranno chiusi occhi e orecchie: sulla pagina facebook del sito ai clienti che chiedono se il parco chiuderà alle 3 o alle 5, i responsabili rispondono che nulla e cambiato, come dire che si farà festa fino alle 5. Per una volta ci può anche stare. Poi tutto, anche di giorno, dovrà tornare nei limiti di legge.

Commenti   
0 #4 Simone 2011-12-29 13:23
Assolutamente d'accordo: si gioca a rimpiattino? O la regola esiste E QUINDI VA APPLICATA DA TUTTI o non esiste.
0 #3 Simone 2011-12-29 13:23
Assolutamente d'accordo: si gioca a rimpiattino? O la regola esiste E QUINDI VA APPLICATA DA TUTTI o non esiste.
0 #2 OM 2011-12-28 21:26
Da quando il Comune deve chiedere gentilmente di rispettare moderatamente la legge ?
Prendo l'insegnamento e ne farò tesoro.. pagherò moderatamente la nuova IMU, la tassa sui rifiuti, la mensa, l'affitto. NO per una volta non ci può stare! Dove sta la serietà delle istituzioni ? Non si tratta di un'opera di beneficenza sulla quale chiudere un occhio ma di una semplice festa a fini di lucro 65 x 1.500 = 97.500 Euro, nulla da dire se non entrate senza rispetto delle norme e magari senza nemmeno pagare una multa.
0 #1 OM 2011-12-28 21:26
Da quando il Comune deve chiedere gentilmente di rispettare moderatamente la legge ?
Prendo l'insegnamento e ne farò tesoro.. pagherò moderatamente la nuova IMU, la tassa sui rifiuti, la mensa, l'affitto. NO per una volta non ci può stare! Dove sta la serietà delle istituzioni ? Non si tratta di un'opera di beneficenza sulla quale chiudere un occhio ma di una semplice festa a fini di lucro 65 x 1.500 = 97.500 Euro, nulla da dire se non entrate senza rispetto delle norme e magari senza nemmeno pagare una multa.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI