Appello da via Pio X: fermate i bagordi dei sudamericani

birre.JPGConcorezzo.Musica ad alto volume, litri e litri di birra, schiamazzi. E chi ha provato a chiedere il rispetto della quiete pubblica, è stato allontanato a male parole. E' una situazione non più sostenibile quella a cui sono costretti, loro malgrado, i residenti di via Pio X. Un calvario che durerebbe addirittura da 4 anni ma che ora i cittadini non sono più disposti a tollerare. Sembra infatti che il post-partita settimanale di un gruppo di cittadini sudamericani si trasformi poi ina una sorta di festa a cielo aperto. Prima l'agone sportivo nei campetti della piscina comunale, affidati in gestione alla società In Sport, con l'inevitabile festoso e chiassoso supporto da parte dei sostenitori a bordo campo. Poi, all'esterno della struttura comunale, schiamazzi e bevute fino a tarda sera, con la brutta abitudine tra l'altro di "dimenticare" spesso la spazzatura per strada.

I residenti si sono già rivolti, invano, ai responsabili della struttura che gestisce i campi da calcio a 5, che non possono comunque impedire l'affitto del campo e non hanno poteri di ordine pubblico su quanto avviene all'esterno.  

E lì la situazione sarebbe davvero indecorosa: la festa inizia poco prima della mezzanotte e a volte si prolunga fino alle 5 del mattino, le auto vengono aperte e usate come banconi da bar e per "sparare" musica a tutto volume, le bottiglie vengono lasciate a terra (a volte anche rotte) e i fiumi di alcol costringono la ventina di sudamericani a trasformare marciapiedi e giardini privati in wc a cielo aperto. La mattina seguente lo spettacolo per chi passa in via Pio X è indecoroso, per usare un eufemismo. Nemmeno le numerose chiamate al 112 sono servite. E ora i residenti, che hanno documentato la vergogna con foto e filmati, chiedono a Comune e In Sport di obbligare il gruppo a fare i festini altrove.

"Mi pare davvero insensato che questa gente abbia il diritto di infrangere la legge e fare quello che fa - spiega un residente - e che la società che gestisce i campi non possa invece rifiutarsi di noleggiare il campo a fronte di questo comportamento. E' un mondo che va al contrario...".

Commenti   
0 #11 bonfy 2014-06-27 15:13
Citazione:
Citazione:
Nella mail scritta il 6 giugno, indicavo i giorni in cui principalmente avvenivano i disturbi, mi devo correggere, ieri sera ai giardinetti di via Piave /Via Trieste è andata in onda la prima delle NUMEROSE serata di schiamazzi, siamo riusciti a prendere sonno alle 2 circa vi erano almeno una decina di ragazzi, alcuni con motorini con tubi di scarico non a norma, che impazzavano avanti e indietro, si rincorrevano urlando ecc. Mi chiedo ma una macchina dei Carabinieri che passi per una ispezione ed un controllo MAI??? Un richiamo a questi ragazzi che pur frequentando le scuole superiori, hanno una MALEDUCAZIONE non indifferente. Basterebbe che anche i vigili passassero al pomeriggio verso le 18 e richiamassero questi ragazzi al rispetto del sonno e facessero un bel controllo sul livello di decibel dei motorini. Va bene fino a mezzanotte, ma poi per favore, c'è gente che al mattino si alza alle 5 per andare a lavorare, per fare il primo turno, mentre costoro sono a letto a poltrire fino a mezzogiorno.
Stessa situazione in Via Adda....tutto inutile..fiumi d'inchiostro spesi ma nessuno ha fatto niente...solo promesse non ancora mantenute:però sono stati rivotati.
Lo stesso vale per il discorso di chi abita vicino a Acquaworld e per le case intorno al Pub Manzoni adiacente alla chiesa di S Eugenio...ero ospite di una famiglia qualche settimana fa e ho constatato di persona....non credo sia possibile che fino alle 3 di notte le persone stazionino in strada urlando e quant'altro...t utti in preda ai fumi dell'alcool o altri "fumi"...ma un controllino ogni tanto no?
0 #10 Carlo 2014-06-27 10:40
Citazione:
Nella mail scritta il 6 giugno, indicavo i giorni in cui principalmente avvenivano i disturbi, mi devo correggere, ieri sera ai giardinetti di via Piave /Via Trieste è andata in onda la prima delle NUMEROSE serata di schiamazzi, siamo riusciti a prendere sonno alle 2 circa vi erano almeno una decina di ragazzi, alcuni con motorini con tubi di scarico non a norma, che impazzavano avanti e indietro, si rincorrevano urlando ecc. Mi chiedo ma una macchina dei Carabinieri che passi per una ispezione ed un controllo MAI??? Un richiamo a questi ragazzi che pur frequentando le scuole superiori, hanno una MALEDUCAZIONE non indifferente. Basterebbe che anche i vigili passassero al pomeriggio verso le 18 e richiamassero questi ragazzi al rispetto del sonno e facessero un bel controllo sul livello di decibel dei motorini. Va bene fino a mezzanotte, ma poi per favore, c'è gente che al mattino si alza alle 5 per andare a lavorare, per fare il primo turno, mentre costoro sono a letto a poltrire fino a mezzogiorno.
Stessa situazione in Via Adda....tutto inutile..fiumi d'inchiostro spesi ma nessuno ha fatto niente...solo promesse non ancora mantenute:però sono stati rivotati.
0 #9 Fabio 2014-06-11 13:22
Nella mail scritta il 6 giugno, indicavo i giorni in cui principalmente avvenivano i disturbi, mi devo correggere, ieri sera ai giardinetti di via Piave /Via Trieste è andata in onda la prima delle NUMEROSE serata di schiamazzi, siamo riusciti a prendere sonno alle 2 circa vi erano almeno una decina di ragazzi, alcuni con motorini con tubi di scarico non a norma, che impazzavano avanti e indietro, si rincorrevano urlando ecc. Mi chiedo ma una macchina dei Carabinieri che passi per una ispezione ed un controllo MAI??? Un richiamo a questi ragazzi che pur frequentando le scuole superiori, hanno una MALEDUCAZIONE non indifferente. Basterebbe che anche i vigili passassero al pomeriggio verso le 18 e richiamassero questi ragazzi al rispetto del sonno e facessero un bel controllo sul livello di decibel dei motorini. Va bene fino a mezzanotte, ma poi per favore, c'è gente che al mattino si alza alle 5 per andare a lavorare, per fare il primo turno, mentre costoro sono a letto a poltrire fino a mezzogiorno.
0 #8 Luca 2014-06-09 08:58
Citazione:
Adesso con l'arrivo dell'estate e la chiusura delle scuole, anche il parchetto di Via Piave al Milanino, è oggetto, soprattutto il venerdi, sabato, e domenica, di ritrovo di ragazzi con bottiglie di birra CHIASSO ecc, a volte, arrivano anche questi sudamericani con birre e volume della musica alle stelle. Mi chiedo ma chi deve gestire la SICUREZZA e la tranquillità delle persone (poter dormire prima delle 4-5), dove sono ???? Possibile che l'Italia sia il Paese dove tutto è lecito ???
Non sperate troppo in questa rinnovata amministrazione che prenda di provvedimenti seri. Visto quello che non ha fatto fino ad ora. Speriamo almeno mantenga quello proposto per i giardini di Via Adda.Continuate a farvi sentire.
0 #7 Fabio 2014-06-06 14:12
Adesso con l'arrivo dell'estate e la chiusura delle scuole, anche il parchetto di Via Piave al Milanino, è oggetto, soprattutto il venerdi, sabato, e domenica, di ritrovo di ragazzi con bottiglie di birra CHIASSO ecc, a volte, arrivano anche questi sudamericani con birre e volume della musica alle stelle. Mi chiedo ma chi deve gestire la SICUREZZA e la tranquillità delle persone (poter dormire prima delle 4-5), dove sono ???? Possibile che l'Italia sia il Paese dove tutto è lecito ???

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI