Case Aler, il cantiere riparte con quattro alloggi in più

aler2015.jpg

Concorezzo. Incrociando le dita, questa volta ci siamo. Oggi, 4 giugno, sono ripartiti i lavori nel cantiere di via Dante angolo via Libertà dove Aler di Monza e Brianza, insieme al Comune, realizzeranno alloggi popolari destinati ai residenti. Una storia infinita quella del cosidetto "eco-mostro", un cantiere aperto sull'area prima occupata dagli orti comunali dall'allora Amministrazione Lissoni e poi arenatosi tra appalti, subappalti, crisi, contenziosi legali, rallentamenti burocratici, riorganizzazioni regionali e chi più ne ha, più ne metta. 

Al di là del ben augurale rumore delle macchine da cantiere, l'altra inaspettata e positiva novità, fortemente voluta dall'assessore ai Servizi sociali Marco Melzi, è la realizzazione di ulteriori quattro appartamenti al piano terra, che in prima battuta sembrava destinato a portico o ad ospitare spazi commerciali. Il numero complessivo di alloggi diventa così 28, di cui 5 predisposti per accogliere cittadini con disabilità.

"Ora speriamo di poter andare avanti senza soste fino alla chiusura del cantiere e all'assegnazione degli appartamenti - spiega Melzi - Ringrazio Aler e Regione Lombardia per aver condiviso con noi, pur nelle difficoltà ecnomiche legate ai continui tagli di Roma, la necessità di andare avanti con questo cantiere".

aler2.jpg

Nella foto lo stato attuale dei lavori di via Dante e una immagine di repertorio con l'assessore leghista Marco Melzi e il sindaco Riccardo Borgonovo all'interno del cantiere

Leggi anche:

Accordo Aler-Comune: addio eco-mostro, presto una casa per 24 famiglie

Commenti   
0 #5 zourii naji 2016-10-05 15:38
Ciao
0 #4 Massimiliano Capitanio 2015-06-08 11:57
Gentile anonimo ED, il giornale ha dato la notizia del bando a cui evidentemente il Comune o non ha partecipato o non ha vinto. Essendo il nostro giornale un fervido sostenitore delle casette dell'acqua, non possiamo che ribadire la necessità dell'intervento . Agli altri commenti (per lo più anonimi, ma pubblicati ugualmente come tradizione di concorezzo.org per gli spunti interessanti) non abbiamo risposto perché evidentemente l'autore sbagliava interlocutore. Comunque la terremo informata su eventuali novità in materia
0 #3 ED 2015-06-08 11:50
Egr. Sig.Capitanio,

vedo che lei in questo post risponde e non in altri...quindi, anche se sono Off Topic, mi intrometto in questo articolo.
Può darci una risposta a questo articolo:

http://www.concorezzo.org/cronaca/la-prima-casa-dell-acqua-sara-in-via-aldo-moro-1534.html#!kmt-start=0

Grazie.
0 #2 Massimiliano Capitanio 2015-06-05 22:19
Caro Gianpiero,
forse ha le idee un po' confuse. Come avrà modo di leggere dal nostro archivio è da 10 anni che parliamo di ecomostro e se avesse tempo di leggere anche questo articolo troverà il termine. Quanto a noi, facendo un giornale, ci riesce difficile terminare un'opera, cosa che stanno facendo invece Comune e Regione. Il termine meravigliosi appartamenti di edilizia popolare è una espressione sua. Il fatto che un ecomostro venga finalmente terminato è senz'altro una notizia positiva e la fine di un pasticciaccio brutto.
0 #1 Gianpiero 2015-06-05 18:23
Quando l'ha iniziato il centrosinistra l'avete chiamato eco mostro, ora che lo terminate voi sono diventati meravigliosi appartamenti di edilizia popolare. Grande giornalismo.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI