Centro estivi, cosa fare per elementari e medie

children-1869265_1920.jpgConcorezzo. Il Comune, grazie alla collaborazione del territorio (Parrocchia, Oratorio, Scuola e associazioni sportive), ha organizzato tre iniziative estive per i bambini e i ragazzi che prenderanno il via nelle prossime settimane: 

•    3-6 anni: centro estivo in XXV Aprile dal 15 Giugno per 4 settimane. Per questa fascia di età sono inoltre in fase di organizzazione altre proposte da parte delle cooperative concorezzesi. Le iscrizioni per il centro estivo comunale sono già aperte sul sito del Comune.

•    Dalla prima alla terza elementare: centro estivo comunale presso scuola di via Ozanam dal 22 Giugno per 2+2 settimane. A breve verranno diffuse le informazioni dettagliate.

•    Dalla quarta elementare alla terza media: isole educative (massimo 9 ore divise in 3 giorni a settimana) a partire dal 22 giugno per 2 settimane in collaborazioni con Parrocchia, Oratorio e le associazioni di Concorezzo. Progetto estendibile fino a fine Luglio. A breve verranno diffuse le informazioni dettagliate.

“Abbiamo fortemente voluto proporre una serie di iniziative pensate per supportare le famiglie in questa difficile fase di ripresa- ha spiegato il sindaco Mauro Capitanio-. Si tratta di interventi studiati anche per andare incontro alle esigenze dei bambini e dei ragazzi di tornare a una nuova vita sociale. Queste iniziative sono state organizzate nel pieno rispetto delle normative di sicurezza sanitaria in vigore. Un aiuto essenziale in questo senso è giunto dal territorio. In particolare dalla Parrocchia, dall’Oratorio, dai gruppi sportivi e dalla scuola; attori protagonisti che hanno dato la loro disponibilità e che si sono messi in gioco per poter garantire un servizio di grande qualità per i nostri ragazzi. 

A loro e alle decine e decine di volontari che si sono resi disponibili per aiutarci concretamente nello svolgimento delle attività estive va il nostro grazie. 

Il nostro territorio fin dall’inizio dell’emergenza Coronavirus ha risposto con coraggio e consapevolezza alle difficoltà e ancora una volta sta dimostrando di saper trovare, in un’ottica di comunità, la strada per andare avanti, in modo nuovo, sicuro ma con una prospettiva di ripresa”.

Aggiungi commento