Concorezzo, la città dove il traffico produce energia

rallentatore_energia.JPGConcorezzo. Produrre energia mentre si rallenta la corsa della propria auto. Con il progetto "Lybra" la città brianzola sarà la prima a fare del traffico una fonte di energia green. In primavera, all'altezza della storica torre della Schindler, lungo la provinciale che collega Concorezzo a Monza (Sp2) verranno installati dei moderni rallentatori ideati da Underground Power di Paderno Dugnano, brillante realtà nel campo dell’energia rinnovabile avviata nel 2011 sulla scorta di innovativi studi sull’energy harvesting, sviluppati in collaborazione con il Politecnico di Milano. LYBRA è un rallentatore stradale intelligente che viene inserito filo asfalto nelle aree dove i veicoli devo obbligatoriamente rallentare per mantenere la sicurezza stradale. Aiuta le macchine a rispettare i limiti di velocità e ne recupera l’energia cinetica sprecata durante il rallentamento grazie ad un apposito "tappetino".

La zona prescelta è naturalente una delle arterie più trafficate della Brianza: una carico di traffico destinato ad aumentare con l'imminente arrivo di un Mc Drive e del discount Aldì nell'area ex Frette (Ex Frette, presentato il progetto: confermati Mc e Aldi, preoccupa la viabilità). Il progetto ha già ottenuto le necessarie autorizzazioni dalle autorità competenti e in relazione al Codice della strada. L'idea di sperimentare in città il sistema Lybra è venuta al sindaco Riccardo Borgonovo dopo aver scoperto che uno degli ideatori del progetto abita in paese. La Underground Power ha già vinto diversi premi, tra i quali: “Impresa Innovazione D2T” dalla Provincia di Trento e quello per il Cavalierato Giovanile “Il Miglior Progetto Innovativo del 2012” dalla Provincia di Monza e Brianza.

Commenti   
0 #3 Max B 2017-01-05 07:46
Ci sono talmente tanti dossi in paese che è impossibile circolare con fluidità. Alcuni poi sono talmente alti che regolarmente, pur con tutte le cautele, l'auto striscia (ho rotto due spoiler...). Ci mancava anche un dosso sulla provinciale ad interrompere il normale scorrimento del traffico, come non bastassero dossi rotatorie e "arredi urbani" a volte mal congegnati...
0 #2 gigieffe 2017-01-03 13:56
Fateci caso quando transiterete sul prossimo dosso: si frena PRIMA di attraversare il dosso.
Se si deve affidare al dosso il rallentamento, significa che lo si deve affrontare ad una velocità SUPERIORE a quella di sicurezza.
Se lo si affronta a velocità corretta, il dosso introduce un ulteriore rallentamento, che poi l'automobilista dovrà recuperare con il rendimento di un motore termico in accelerazione. Alla faccia dell'ecologia
0 #1 gigieffe 2017-01-03 13:55
Fateci caso quando transiterete sul prossimo dosso: si frena PRIMA di attraversare il dosso.
Se si deve affidare al dosso il rallentamento, significa che lo si deve affrontare ad una velocità SUPERIORE a quella di sicurezza.
Se lo si affronta a velocità corretta, il dosso introduce un ulteriore rallentamento, che poi l'automobilista dovrà recuperare con il rendimento di un motore termico in accelerazione. Alla faccia dell'ecologia

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI