Concorezzo, la crisi uccide. Cassintegrato si toglie la vita

Concorezzo. Avrebbe potuto chiedere aiuto agli amici, alla famiglia, alle istituzioni. Purtroppo, sull'onda del malessere nazionale, ha scelto la via più drammatica. Un cassaintegrato di 48 anni, dipendente della Linkra di Concorezzo, si è tolto la vita l'altro giorno.

Nessun grave problema economico, forse qualche pressante tarlo della solitudine e quella situazione lavorativa che certo non ha reso il clima migliore.

Così la drammatica decisione di togliersi la vita nel proprio appartamento. Non vedendolo arrivare a pranzo come suo solito, gli anziani genitori hanno dato l'allarme. Ma era troppo tardi.

Cordoglio in azienda e preoccupazione dei sindacati. "Bisogna riflettere".

 


Commenti   
0 #2 Francesco 2012-05-19 13:27
"la crisi uccide. Cassintegrato si toglie la vita"... però è vero poco più sotto c'è un accenno ad altri problemi...
Comunque vedo che gli altri giornali hanno scritto le stesse cose quindi... riposi in pace qualunque sia la ragione
0 #1 Francesco 2012-05-18 07:43
... a me non risulta proprio che si sia suicidato per il lavoro o avete letto qualche lettera che ha lasciato? Tutto ma sui morti no abbiate pietà.

Redazione. Lei ha letto il nostro articolo? Scriviamo che probabilmente la mancanza dell'ambiente di lavoro è stata la goccia di una situazione già difficile.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI