Concorezzo piange Gaudenzio Paleari e il suo grande impegno sociale

lutto.jpg

Concorezzo. Si sono tenuti venerdì i funerali di Gaudenzio Paleari, volto noto dell'associazionismo concorezzese e papà di Stefano Paleari (nella foto), rettore dell'Università di Bergamo (premiato con la Gugia dòra) e molto legato alla nostra città. La comunità si è stretta intorno ai famigliari con sincera commozione. Dalla redazione di concorezzo.org sentite condoglianze al rettore Paleari e alla sua famiglia.

Di seguito una breve biografia tratta dall'Eco di Bergamo.

Gaudenzio Paleari aveva 80 anni. Nato nel 1934 a Concorezzo, aveva cominciato a lavorare a 13 anni come scaldachiodi alla Breda,dove frequenta le serali. Nel 1965 si era trasferito con la moglie Lina a Ponte San Pietro, per entrare alla «Co.me. Te.» di Terno d’Isola, azienda di costruzioni meccaniche fondata nel 1961, dove percorre tutta la carriera fino a diventare dirigente. Nel 1992, con decreto del 30 aprile, era stato nominato dal presidente della Repubblica Maestro del Lavoro. Andato in pensione a cinquant’anni, Gaudenzio Paleari si era poi dedicato allo sport, diventando presidente della società di nuoto e pallanuoto Libertas. Del resto la passione sportiva è di famiglia: l’unico figlio Stefano ha scelto la pallanuoto, mentre il fratello Luigi è stato giocatore di calcio ( nel Como), come il cugino Giuseppe Secchi che aveva giocato come terzino anche nell’Atalanta, nella stagione ’58-’59.

Negli ultimi anni Gaudenzio Paleari era tornato a vivere a Concorezzo. Alcuni mesi fa i primi segni della malattia.

 

StefanoPaleari

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI