Dopo il fermo dei ladri di bici, piovono denunce

ladri di biciclette.jpg

Concorezzo. E' di poco più di 48 ore fa la notizia dell'arresto, condanna e processo di tre giovani concorezzesi. Il gruppetto, tutti italiani e residenti in paese era stato colto sul fatto in un condominio nelle prime ore del mattino dai carabinieri della stazione di Agrate. Appena la notizia si è sparsa, tantissimi cittadini hanno riferito di aver subito lo stesso tipo di furto. Certamente non si tratta di una novità sin dai tempi del noto film di Vittorio De Sica. Questo però non lo rende meno grave e meno problematico soprattutto per chi ha solo quello come mezzo per spostarsi o per i possessori di modelli particolarmente pregiati usati per la pratica sportiva. E infatti diverse persone, attraverso i social o contattando direttamente la redazione di concorezzo.org, hanno fatto sapere che i loro velocipedi era scomparsi, in alcuni casi non lontano dalle rispettive abitazioni o nei cortili del centro del paese. La raccomandazione è di sporgere sempre denuncia e di recarsi periodicamente dalla Polizia locale. Molte volte le bici rinvenute vengono prese e portate in uno dei depositi del Comune, vista l'impossibilità di rintracciare il proprietario per la mancanza di particolare segno di riconoscimento e, per l'appunto, di denunce utili. 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI