False fatture, i fratelli Quartieri lasciano il carcere

consorziocecis2.jpgConcorezzo. Fuori dal carcere. In attesa di processo. Hanno ritrovato la libertà (condizionata) i due fratelli Luciano e Mauro Quartieri, di 56 e 44 anni, ritenuti a capo di una origanizzazione che avrebbe escogitato un impressionante giro di false fatturazioni per evadere il fisco. Il processo, dove verranno stabilite eventuali responsabilità, prenderà il via il 31 ottobre (rito abbreviato).

La presunta truffa aveva come baricentro il Consorzio Cecis di Concorezzo, con sede in via dei Mestieri 8/b (www.consorziocecis.it). L'operazione della Finanza e le prime manette erano scattate a febbraio, quando le Fiamme gialle operarono alcuni blitz sospettando appunto illeciti per 150 milioni di euro. Irregolarità per 30 milioni di euro sarebbero comunque già state accettate. La commercialista del Consorzio e un suo socio hanno già patteggiato pene per 2 anni e 11 mesi e 2 anni e 6 mesi.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI