Festa Lega Nord, manifesti abusivi?

b_450_500_16777215_00_images_manifestifestalega2012.jpegConcorezzo. La Lega Nord di Concorezzo torna per il secondo anno a far festa in Villa Zoja. Con un giallo. Nei giorni scorsi la segreteria cittadina del Carroccio, che ora ha sede in via Manzoni, ha fatto affiggere regolarmente dei manifesti per l'evento del 20, 21 e 22 luglio. Nei giorni scorsi sui cartelloni sono apparse delle comunicazioni poco chiare (vedi foto), che hanno subito fatto pensare ai classici avvisi contro le affissioni abusive. Da qui la richiesta di spiegazioni presentata dal consigliere Daniele Usuelli. La risposta della cooperativa il Capannone, che si occupa in parte del servizio, è presto arrivata per firma del responsabile Alessandro Magni: "Il foglietto trovato su alcuni manifesti della Lega, è stato apposto dall'addetto incaricato da Maggioli Tributi x le affissioni e serve per evitare che le auto parcheggino troppo a ridosso dei tabelloni delle affissionirendendo difficile, se non addirittura impossibile, il suo lavoro. Forse per chi lo legge non è chiarissimo. Si potrebbe comunque migliorare per non lasciare dubbi di interpretazione".
Risolto il mistero, si va avanti con l'organizzazione. Al centro della festa musica e cucina tradizionale lombarda. Ma anche tanta politica. Per parlare di Imu, tagli alla spesa e futuri scenari nazionali hanno già dato la propria adesione Dario Galli, presidente della Provincia di Varese, il deputato Paolo Grimoldi e il consigliere regionale Massimiliano Romeo, oltre al segretario provinciale Dionigi Canobbio.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI