Festini sudamericani: la Lega pronta al pugno di ferro

mandellitosi.jpg

Concorezzo. Riportare immediatamente la tranquillità in via Pio X e intervenire con fermezza in tutte le situazioni dove si registrano livelli intollerabili di disturbo alla quiete pubblica. Dopo la denuncia di alcuni residenti della zona che si affaccia sul centro sportivo comunale per ripetuti "festini" da parte di cittadini sudamericani, il Carroccio preannuncia il pugno di ferro. "Questa situazione di cui purtroppo non eravamo a conoscenza, se confermata nella sua sostanza, dovrà finire in tempi brevissimi - spiega Vittorio Mandelli, segretario della Lega Nord - In occasione della prossima partita di calcetto di questi signori faremo personalmente un sopralluogo per verificare quanto denunciato dai residenti e, se sarà necessario, aspetteremo sul posto i carabinieri per far identificare e allontanare queste persone, vedendo se ci sono gli estremi perché non possano più fermarsi fuori dal centro sportivo. La legge impone il rispetto della quiete pubblica e vieta di abbandonare rifiuti per terra e compiere oscenità varie. E' evidente che se vi è una stretta connessione tra la partita e il post-partita, si potrebbe valutare anche la possibilità di non consentire lo svolgimento delle partite".

Mandelli spiega che il Carroccio ha raccolto anche altre segnalazioni in via Verdi e in altre zone del paese, oltre che alle note segnalazioni per il parchetto di via Adda. "La collaborazione con Polizia locale e carabinieri da parte del Comune non mancherà - spiega Mandelli - L'importante è che arrivino segnali evidenti e definitivi di presidio del territorio".

Nella foto Mandelli in occasione di un incontro con il sindaco di Verona Flavio Tosi.

Commenti   
0 #11 Silvia 2014-06-17 20:22
Citazione:
Caro Stefano Beretta diciannovenne a cui diamo del lei per educazione, visto che non lo conosciamo...ma forse a lei questa parola sfugge.
Non si tratta di essere bigotti, anche se erano russi o cinesi o australiani ci saremmo permessi di commentare allo stesso modo. In casa di altri si rispettano tutte le regole, altrimenti a via. Punto. Se a Lei non sta bene come il comune spende i suoi soldi, lo dica a chi di dovere, non faccia commenti inutili su cose non attinenti.
A me il commento di Stefano non sembra né inutile né non attinente, anzi. Poi può essere condivisibile o meno però, averne di diciannovenni che si esprimono così!
0 #10 Sara 2014-06-16 10:45
Caro Stefano Beretta diciannovenne a cui diamo del lei per educazione, visto che non lo conosciamo...ma forse a lei questa parola sfugge.
Non si tratta di essere bigotti, anche se erano russi o cinesi o australiani ci saremmo permessi di commentare allo stesso modo. In casa di altri si rispettano tutte le regole, altrimenti a via. Punto. Se a Lei non sta bene come il comune spende i suoi soldi, lo dica a chi di dovere, non faccia commenti inutili su cose non attinenti.
0 #9 Stefano Beretta 2014-06-11 15:53
Il mio primo commento potrebbe sembrare volgare e avventato, in effetti è stato scritto a caldo subito dopo la lettura di questo articolo terribile, in ogni caso la mia valutazione su chi ha scritto questo articolo, e chi lo condivide rimane la stessa.
L’articolo ha già dal titolo un tono profondamente razzista (proprio così Francesco): “festini sudamericani” cosa vuole descrivere quell’aggettivo ??, “cittadini sudamericani” sono in vacanza a Concorezzo o lavorano e pagano le tasse in Italia? E ricco di espressioni dalle sfumature repressivo-reaz ionarie, vedi “presidio del territorio”, ”fermezza” o “pugno di ferro” (!!!?).
[Bigòtto: agg. e s. m. (f. -a)
1.di persona che ha una religiosità solo esteriore, non riscontrabile nei fatti 2.di persona o pensiero che mostra una grande religiosità unita ad altrettanta intolleranza e mancanza di flessibilità]
Non c’è nulla di più bigotto dell’intolleran za nei confronti delle minoranze siano esse persone di origine straniera o giovani, che non hanno la minima opportunità di integrazione o svago/ritrovo, espressa in siti di informazione faziosa e piena di censure bigotte o chiamando i carabinieri per fare sgombrare questa gente abbandonata a se stessa (parlo per esperienza).
A me dà più fastidio vedere i soldi dei contribuenti spesi male in opere di viabilità e arredo urbano inutile e costoso (Via Libertà) piuttosto che investire in dei progetti o strutture interessanti per i giovani, indipendenti dalle istituzioni religiose, o iniziative volte a favorire l’integrazione degli stranieri.
Purtroppo l’integrazione parte prima di tutto dalla mentalità dei locali, in questo caso talmente chiusa addirittura da far scappare i giovani non disposti a vivere in un clima così soffocante.
Non datemi del lei, ho 19 anni e non so che farmene della vostra falsa cortesia.
0 #8 Roberto 2014-06-11 10:09
...ma cosa c'entrano i bigotti? qui c'è gente che non dorme perchè degli animali (con tutto rispetto per gli animali veri) fanno i porci comodi loro in mezzo alla strada e chi deve intervenire non interviene. Ma a lei piace vedere la sporcizia che lasciano e che il comune deve pulire anche con i suoi soldi che paga con le tasse? A me non fa piacere. Saluti
0 #7 francesco garberino 2014-06-10 18:12
La tranquillità non va trascurata,perc hè la civiltà di un popolo si manifesta anche da queste cose,evidenteme nte da molti sconosciuta e che nessuno provi a inventarsi la solita frase del tipo (sei razzista) questo è rispetto.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI