I numeri dell'accoglienza Comune per Comune

v-report-bonvena.jpg

Concorezzo. Dopo Camparada, e Agrate, Concorezzo con i suoi 48, è il Comune del Vimercatese che ospita il maggior numero di richiedenti asilo. Sono Oltre un migliaio di richiedenti protezione internazionale accolti nelle strutture presenti in 44 comuni del territorio brianzolo. Questi i numeri presentati dalla rete Bonvena, attiva in 44 comuni del territorio. Per la maggior parte – circa 700 – ospitati all’interno di appartamenti, in piccoli gruppi, secondo un modello innovativo di accoglienza diffusa a basso impatto, volta a promuovere la relazione con la comunità ospitante. Altri sono invece in grandi hub come quelli di Agrate e Monza. Le associazioni del capoluogo brianzolo, ad esempio,  coordinano i progetti di integrazione e formazione professionale di 193 giovani a Monza (su un totale di oltre 400), mentre batte il record di rapporto abitanti/ospiti, Camparada con 121 persone ospitate, seguita dalle 105 a Limbiate, 49 a Lissone, 47 a Triuggio.  In molti Comuni sono gli unici a lavorare con gli stranieri che provengono da 32 nazioni e, perlopiù, hanno un’età compresa tra i 20 e i 28 anni. Più di 11mila ore di formazione erogate, solo nel primo trimestre 2018, per fornire competenze professionali a chi vuole costruire il proprio futuro in Italia. Ma anche corsi di lingua italiana, coinvolgimento in attività di volontariato, nella pratica dello sport e in progetti artistici e culturali. Tutti numeri che sono racchiusi nel report annuale illustrato nei giorni scorsi agli amministratori brianzoli. 

 

I NUMERI PER COMUNE

IMG_0858.jpg

IMG_0859.jpg

 

RTI BONVENTA

Nato nel 2014, il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa RTI Bonvena– termine che in esperanto significa ‘accoglienza’- costituisce la maggiore realtà operante sul territorio brianzolo nella gestione dell’accoglienza dei richiedenti protezione internazionale, lavorando su mandato della Prefettura di Monza e Brianza. Sono circa una ventina gli enti che vi aderiscono, tra cooperative sociali, associazioni ed enti ecclesiastici, compresi i due maggiori consorzi del territorio, Consorzio Comunità Brianza e CS&L.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI