Il centro pensionati non è una osteria: o si collabora o si chiude

centropensionati.JPG

Concorezzo. Il mitico e storico centro pensionati di via Libertà rischia la chiusura? Per ora è solo un ammonimento, ma il messaggio lanciato dal presidente Franco Magni è doveroso e chiaro. Ricordando lo spirito anche associazionistico e volontaristico del centro ospitato presso la Palazzina, la dirigenza ha chiesto agli avventori di vivere in maniera più comunitaria la realtà della struttura. 

Tra le righe dell'ultimo numero del periodico distribuito dall'associazione pensionati figura, infatti, questo appelllo: " i soci diano una mano o si chiude".

"L'Associazione  - ha scritto Magni - per poter funzionare al meglio ha bisogno di volontari che si prestino al mantenimento e alla realizzazione delle varie attività con cui si manifesta. Aspetto - ha aggiunto Magni nel suo editoriale - tanti volenterosi che diano la loro adesione a questo appello segnalando la loro disponibilità ad entrare a far parte dell'organizzazione. Tutto questo non è per accontentare il presidente ma per tenere vivo il centro che, altrimenti, potrebbe anche chiudere i battenti. Il centro pensionati non è un'osteria presso la quale si passano pomeriggi con poca spesa, ma è un luogo dove si svolgono attività di gioco, incontri culturali e conferenze su vari temi di attualità".

Nell'opuscolo è stato evidenziato anche il programma delle prossime iniziative. Partendo, appunto, dall'arruolamento.

Nota di colore: a dispetto di molti uffici pubblici e privati, a testimoniare il senso civico dei volontari, ecco una foto dei cestini con cui viene regolarmente effettuata la raccolta differenziata. Impariamo tutti dai pensionati! 

Centro Pensionati 001.jpg

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI