Il Comune accontenta gli studenti: ecco lo spazio serale

b_450_500_16777215_00_images_maurocapitanio.jpegConcorezzo. Prenderà il via ufficialmente il prossimo 22 aprile alle 20 il progetto "Lo studio al Centro". L'iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, Identità e Tradizione, la Pro Loco e una trentina di studenti universitari concorezzesi, prevedrà l’apertura del Centro Civico di piazza Falcone e Borsellino agli studenti maggiorenni che da tempo chiedevano uno spazio per studiare di sera e fare sana aggregazione (orari: dal lunedì al venerdì, dalle 20 alle 23). 

“Siamo molto soddisfatti della partenza di questo progetto che – commenta il vicesindaco Mauro Capitanio, delega alle Politiche Giovanili – va nella direzione di valorizzare il Centro Civico. L’idea è nata dagli studenti universitari concorezzesi, assidui frequentatori delle sale studio in Biblioteca, che da tempo ricercavano uno spazio serale per continuare i loro studi. Abbiamo analizzato diverse ipotesi e alla fine questa soluzione, condivisa in commissione cultura e approvata dalla Giunta Comunale, è sembrata ottimale”.

“Per i giovani concorezzesi è sicuramente una grande opportunità ma anche una prova di responsabilità visto che, in collaborazione con la Pro Loco, dovranno garantire la pulizia del centro e il consono mantenimento degli spazi e degli arredi. Si partirà con la semplice disponibilità degli spazi ma stiamo valutando la possibilità di estendere la copertura wi-fi e altri servizi. Ci aspettiamo inoltre che da questi momenti di incontro tra studenti possano anche nascere altre iniziative culturali da discutere e condividere con l’Amministrazione Comunale”

Commenti   
0 #1 Fabio 2013-04-19 14:06
Mi auguro vivamente che ciò NON si trasformi con l'arrivo dell'estate, nell' ennesima occasione di fare casino anche dopo un certo orario, come succede oramai da 3 anni nel parchetto di via Piave, dove una banda di ragazzi fracassoni, tra bevute di birra, fumate ed URLATE fino alle 2/3 di notte portano gli abitanti della zona all'esasperazio ne.
Aggiungi commento