Il Comune aderisce a Dote Sport: 200 euro per ogni famiglia bisognosa

dotesport.jpgConcorezzo. Il Comune di Concorezzo ha aderito al bando della Regione Lombardia "Dote Sport" a sostegno dei costi delle famiglie per le attività sportive dei propri figli.

Sono previste due linee di finanziamento:

"Dote Junior" riservata ai bambini dai 6 ai 13 anni

"Dote Teen" riservata ai ragazzi dai 14 ai 17 anni

Per entrambe le fasce d'età il 10% delle risorse finanziarie è riservato ai minori con disabilità.

La domanda deve essere presentata attraverso l'applicativo SiAge, messo a disposizione da Regione Lombardia collegandosi al sito www.agevolazioni.regione.lombardia.it dalle ore 12.00 del 14 settembre 2015 alle ore 16.00 del 19 ottobre 2015.

Possono accedere alla "Dote Sport" le famiglie in possesso dei seguenti requisiti:

1) residenza da almeno 5 anni in Lombardia, maturata alla data di scadenza del bando (19.10.2015) di almeno uno dei due genitori o del tutore con cui il  minore convive o del genitore affidatario;

2) residenza del richiedente in uno dei Comuni aderenti all'iniziativa  al 19.10.2015;

3) età del minore compresa tra i 6 e i 13 anni per la "Dote Junior" e tra i 14 e i 17 anni per la "Dote Teen" compiuti alla data del 19.10.2015;

4) valore ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) in corso di validità all'atto di presentazione della domanda non superiore a Euro 20.000,00 (è possibile verificare il valore del proprio indicatore ISEE sul sito dell'INPS all'interno del quale si può procedere alla simulazione del calcolo sulla base della situazione economica famigliare, in modo da verificare preventivamente il rispetto del valore ISEE previsto nel bando);

5)  preiscrizione o iscrizione del minore a corsi o attività sportive che si svolgono nel periodo settembre 2015 - giugno 2016 e che:

- prevedano il pagamento di quote di iscrizione e/o di frequenza;

- abbiano una durata continuativa di almeno 6 mesi;

- siano tenuti da Associazioni o Società Sportive Dilettantistiche scelte dalla famiglia tra quelle iscritte al Registro Coni o affiliate a Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva;

6) nel caso di domanda di "Dote Sport" per un minore disabile occorre apposita certificazione di disabilità formalmente riconosciuta;

RIFERIMENTI REGIONE LOMBARDIA

Per informazioni su aspetti riguardanti l'adesione al bando: indirizzo e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. telefono 02/6765 int. 2048 - 6702 - 2089 - 4435 - 6535 - 4757 dal lunedì al giovedì dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 14.15 alle 16.30. Il venerdì dalle 09.30 alle 12.30.

Per informazioni e assistenza relative all'applicativo informatico SiAge, per la registrazione e invio delle domande di adesione: indirizzo e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al numero verde 800.131.151, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 17.00

RIFERIMENTI COMUNE DI CONCOREZZO

Per informazioni:

Ufficio Cultura  e Sport: e mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel . 039/62800200 - 201 - 202  da lunedì a venerdì dalle ore 09.00 alle ore 12.30 e il mercoledì anche dalle 14.30 alle 17.00

Biblioteca: telefono 039/62800203 - 204  da martedì a sabato dalle 14.30 alle 19.00 il martedì e il venerdì anche dalle 09.30 alle 12.30

Per assistenza nella procedura di registrazione e presentazione della domanda:

rivolgersi in biblioteca il mercoledì 14.30 - 17.30 e il giovedì 09.30 - 12.30 e 14.30 - 16.00 previo appuntamento telefonando al numero 039/62800203-204

Commenti   
0 #1 Emilia 2015-09-29 21:33
Lodevole ed importante inziativa da parte della Regione, anche se le società sportive di Concorezzo hanno sempre accolto tutti, dimostrando grande sensibilità verso ragazzi con scarse disponibilità economiche, indipendentemen te dallo loro provenienza. Lo sport nel nostro paese è considerato ancora strumento fondamentale per la prevenzione del disagio giovanile oltre ad essere importante per il benessere psico-fisico della persona.
Ben venga un'attenzione maggiore da parte di Istituzioni superiori come la Regione, in un paese che vanta comunque una realtà sportiva singolare da prendere come esempio ed esportare in altri comuni.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI