Incidente di via Manzoni, confermato il tentato furto

Incidente di via Manzoni, confermato il tentato furtoConcorezzo. La denuncia partita dalla caserma dei carabinieri di Concorezzo conferma quanto due lettori ci avevano già segnalato: il drammatico incidente avvenuto la sera del 31 dicembre in via Manzoni, nei pressi dell'ingresso secondario dell'oratorio, era legato ad un tentativo di furto.
Quella sera un'ambulanza dell'Avps di Vimercate e l'automedica con rianimatore a bordo dell'ospedale di Vimercate erano partite alla volta del centro cittadino per soccorrere un 14enne, residente nel Vimercatese, che aveva violentemente battuto il capo sull'asfalto, mentre armeggiava attorno ad una bici. In un primo tempo sembrava che il ragazzino volesse liberare la propria bici. Poi è emersa la verità: l'adolescente stava cercando di "sradicarla" dalla cancellata, nonostante il lucchetto. Tira, tira, tira, il giovane ha perso l'equlibrio e la botta gli ha fatto perdere i sensi. All'inizio si è temuto il peggio. La prognosi alla fine è stata di due settimane a cui però si aggiunge ora la denuncia per tentato furto.

Commenti   
0 #5 Laura 2013-01-10 14:33
Indipendentemen te da nazionalita' o quantaltro, spero che quanto accaduto al ragazzo serva a farlo quantomeno riflettere sui rischi che certi comportamenti implicano.Sono senza dubbio d'accordo sull'importanza di una buona educazione impartita dalla famiglia ma purtroppp
spesso non basta...
0 #4 Direttore 2013-01-07 10:55
Caro Luca,
spero che il suo commento, che abbiamo comunque ospitato, sia dovuto ad un abbaglio. Qui si tratta di educazione, senso civico, rispetto della legalità: questi sono valori un tempo incrollabili nelle nostre comunità. Oggi non è più così e vanno trasmessi (a volte anche imposti) a tutti. Senza distinzione di provenienza.
0 #3 cristina 2013-01-07 08:34
l'etnia di provenienza mi sembra assolutamente irrilevante signor Luca, ci sono parecchi ragazzini italiani che risiedono in paese maleducati e strafottenti come dice la signora Sissi.
Il problema non è la provenienza ma l'educazione che ricevono.
Cristina
0 #2 luca 2013-01-06 14:05
per capire il gesto occorrerebbe intanto conoscere la provenienza e l'etnia dei genitori del ragazzino.
0 #1 Sissi 2013-01-05 15:15
Sono contenta che il ragazzino non sia in pericolo di vita, ma credo che ora sia giusto che sia i genitori, che i servizi sociali gli facciano capire la gravità' del gesto che ha compiuto. Fuori dall oratorio ormai si ritrovano sempre più' ragazzini maleducati e strafottenti che non fanno altro che urlare, dire parolacce e lasciare in terra le pattumiere. Questo è stato solo un piccolo caso di microcriminalit à' ma sarebbe opportuno che molti genitori guardino e parlino un po' di più' con i propri figli perché' l'educazione nasce in primis dalle famiglie.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI