Incidente mortale in via Dante: travolta e uccisa pensionata di 72 anni

incidente_doblo.jpgConcorezzo. Le ferite riportate nell'impatto con il furgone che l'ha travolta sono state troppo gravi. E così a nulla è valsa la disperata corsa in ambulanza verso il San Gerardo di Monza. E' morta così C.P., 72 anni, conosciuta e stimata professionista, moglie di un noto medico concorezzese, che oggi, martedì, intorno alle 17, stava attraversando a piedi la Provinciale Monza-Trezzo all'altezza dell'AgriBrianza. Per cause che sono al vaglio della Polizia locale, coordinata dal comandante Roberto Adamo, la donna è stata travolta da una furgoncino Fiat Doblò che procedeva in direzione di Vimercate. La visibilità in quel momento non era delle migliori a causa del buio e della pioggia. Probabilmente il conducente del mezzo, un quarantenne residente in città, non si è accorto della sua presenza e l'impatto è stato tremendo. Saranno la Polizia locale e la magistratura a stabilire, se ce ne fossero, eventuali responsabilità. Quando sul posto sono arrivate l'automedica e l'ambulanza dell'Avps di Vimercate, le condizioni della donna erano già gravissime. Intorno alle 19, purtroppo, dal presidio di Polizia dell'ospedale San Gerardo è arrivata la comunicazione del decesso. La notizia ha fatto in poche ore il giro del paese, lasciando sgomenti quanti conoscevano lei e conoscono il marito.

Leggi anche

Referendum: vere le promesse di Renzi?

Dramma in via Libertà, muore giovane di 34 anni

Volley,il granaio sbanca Gorgonzola e torna alla vittoria

 

Commenti   
0 #3 KIKKA 2016-11-25 11:15
Scusi se mi permetto, ma le strisce pedonali erano a 30 metri di distanza da dove ha attraversato la signora, il conducente del veicolo andava a norma di legge con tutte le sicurezze del mondo... quindi prima di scrivere cose che non si ha idea di quello che è successo mi perdoni ma e meglio non scrivere. Era buio, perché se conoscesse la zona sa che a quell'ora di sera ed erano le 18 (e qualcosa) diluviava e non ci sono illuminazioni adatte. Mi spiace tanto per la Signora e per i familiari, ma alla fine l'autista non ha nessuna colpa a mio dire. Le strisce pedonali, le accortezze non dobbiamo averle solo noi che abbiamo la patente, ma anche i pedoni, i bambini e le persone. Xche se siamo a piedi, pretendiamo. Se siamo in macchina pretendiamo. Quindi alla fine un esame di coscienza dovremmo farcelo tutti. Insegnamo ai bambini di stare attenti quando attraversano, ma noi camminiamo con il cellulare in mano xche siamo grandi?!? che senso ha???.. Ho perso un amica in incidente, un ubriaco ha ucciso la mia amica. Li' va bene il suo discorso. Ma in questo caso no, mi spiace ma non sono d'accordo.
Saluti
0 #2 Nanny 2016-11-23 17:15
Non ho chiuso occhio avevo l'immagine davanti di quella povera donna sul pavimento e la pioggia continua , mi dispiace tantissimo condoglianze alla famiglia ,non si può morire così per la gente che non merita di guidare nemmeno la bici che morte strazziante riposa in pace . Povera donna...
0 #1 Nanny 2016-11-23 00:09
Povera donna o sentito il botto e quando mi sono affacciata lo vista in terra , c'era Pica luce ma gli operatori anno cercato di rianimarla per un bel po col massaggio cardiaco quando a detto e viva ma dopo pochi secondi di nuovo la ricaduta non respirava più e anno continuato col massaggio cardiaco , ma a quanto pare è morta dopo l'arrivo in ospedale o pregato che si Salvasse fino a l'ultimo. Minuto ma dopo che ho saputo mi si è spezzato il cuore, il comune dovrebbe istallare delle telecamere ad autovelox la gente in via dante corre come se fosse autodromo sopratutto la sera del martedì e sabato per i locali notturni. Fino le 4 del mattino , la gente in zona anno fatto diverse segnalazioni ma tutto tace . Cmq Riposa in pace povera donna amen...

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI