L'ex assessore perseguitato dai ladri: "E' un bollettino di guerra"

L'ex assessore perseguitato dai ladri Concorezzo. Quando inizia a fare l'elenco c'è da restare senza parole. Basiti, ma anche parecchio arrabbiati. Il suo conto con i ladri è più che salato, è drammatico, insopportabile, insostenibile. "In questi anni - racconta Walter Magni, ex assessore la Territorio e imprenditore nel ramo metalmeccanico -    i ladri mi sono entrati 3 volte in azienda a rubare con relativi danni, poi mi hanno rubato una macchina, mi hanno rubato 2 volte il camion, mi hanno sfondato 4 volte il finestrino della macchina, mi hanno scassinato il box".

Purtroppo l'elenco non è terminato. Sabato, infatti, mentre Magni si trovava fuori casa, ignoti malviventi sono entrati nel suo appartamento al secondo piano di una palazzina di via Adda. I ladri hanno scassinato la porta finestra dopo essersi arrampicati dall'esterno e in pieno giorno: una volta all'interno hanno rubato quello che sono riusciti a trovare e si sono dileguati.

-          "Hanno violato il posto che ognuno di noi ritiene più sicuro, la propria casa!  - è l'amaro sfogo di Magni - Hanno sottratto beni il cui valore affettivo va ben oltre le migliaia di euro del valore economico. Questa è l'Italia di oggi: se non riusciamo o vogliamo cambiarla, probabilmente è quello che ci meritiamo". "Questa non è più una denuncia di furto - conclude - Questo è un bollettino di guerra: siamo attaccati ogni giorno...".  

      LEGGI ANCHE 

     Perseguitato dai ladri: prima gli entrano in casa, dopo una settimana in azienda

 

 

 

 

 

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI