La Camilla pronta a pagare un progetto sociale per i migranti

migranti_elemosina.jpgConcorezzo. Un progetto di pubblica utilità per i migranti ospiti (a spese pubbliche) dell'ex Hotel San Carlo di via San Rainaldo, al Milanino. Massimo Ruisi, patron dell'agriturismo La Camilla, ha deciso di lanciare la sfida dopo aver constato lo stato di degrado della ciclopedonale che collega la città a Vimercate. Se la cooperativa che gestisce i richiedenti asilo e il Comune accetteranno la proposta, l'agriturismo di via Dante metterà a disposizione il materiale per ripulire l'infrastruttura e si farà carico dello smaltimento rifiuti. "Vedo spesso questi ragazzi annoiarsi e impigrirsi con il cellulare in mano e le cuffie della musica sulle orecchie - ha spiega Ruisi a Concorezzo.org dopo aver lanciato la sua proposta su Facebook, incontrando moltissime adesioni - Il modo migliore per avvicinarli alla comunità è dargli la possibilità di rendersi utili nei confronti della città che li ospita. Noi siamo pronti a fare la nostra parte".

Oggi Ruisi protocollerà ufficialmente la proposta in Municipio. 

Nella foto tre cittadini stranieri presidiano l'ingresso del panificio di via Libertà per chiedere elemosina e vendere oggettistica

Commenti   
0 #1 didascalico 2017-12-30 10:55
La didascalia della foto mi pare un po' sibillina (e molto demagogica, per non dire populista): i 3 "cittadini stranieri" sono 3 ospiti dell'ex Hotel San Carlo o è una foto di repertorio che mostra 3 generici cittadini stranieri fuori dal panificio?
Sarebbe opportuna una precisazione...
Aggiungi commento