Linkra, e dopo la cassaintegrazione?

b_450_500_16777215_00_images_crisilinkra12nov2k10.jpeg 

In "cassa" fino a febbraio, poi si vedrà. Sono giorni amari alla Linkra di Concorezzo e Agrate e nemmeno le luci di Natale riescono a rasserenare il clima in azienda, visto che a marzo tutto potrebbe accadere. La Fiom Cgil vede nero dopo che lo scorso 21 novembre è scaduta la lunga procedura di cassa integrazione concordata con l'impresa. I 400 dipendenti degli stabilimenti di Agrate e Concorezzo (sede sulla Monza-Trezzo) hanno la scure sulla testa: 130 di loro erano considerati in esubero. La trattativa prosegue.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI