Lite tra padre e figlio, intervengono due gazzelle dei carabinieri

carabinierigenerica.JPGConcorezzo. Le urla e le parole pronunciate erano così impressionanti da mettere in allerta tutto in vicinato. Non hanno pensato a una "banale" lite famigliare, ma hanno pensato di essere in prossimità di una vera e propria tragedia, di quelle che finiscono sui giornali e, solo dopo, ci si chiede il perché nessuno abbia sentito nulla o fatto qualcosa. Per questo motivo, giovedì scorso, molti inquilini di una palazzina di via Adda non sono stati ad aspettare il "dopo": in serata, al culime di un furibondo litigio tra padre e figlio, alcuni vicini hanno composto impauriti il 112. Hanno raccontato ai carabinieri la gravità e l'urgenza della situazione, temendo che la lite degenerasse in altro. E così la centrale operativa dei carabinieri di Monza ha mandato in via Adda due gazzelle. I militari hanno parcheggiato le vetture all'inizio di via Adda, hanno raggiunto l'appartamento teatro della lite e placato gli animi. A meno che padre e figlio non decidano di querelarsi a vicenda, non seguiranno denunce.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI