Lombardia arancione fino al 15 gennaio

Lombardia "arancione" fino al 15 gennaio. E' la decisione del Governo Conte dopo l'analisi degli ultimi dati sulla diffusione del contagio. Cinque regioni in fascia arancione e una situazione che peggiora nuovamente in tutta Italia, con l'indice di diffusione del virus che per la prima volta dopo sei settimane torna superiore all'1 a livello nazionale e 12 regioni a rischio alto. I dati della cabina di regia confermano quel che era evidente da giorni: il Covid ha ripreso a correre ed è quindi fondamentale contenerne la diffusione per evitare la terza ondata. "Vanno mantenute le misure" in atto, confermano gli esperti invitando il governo a "rafforzare" le restrizioni. E la stretta arrivera' con il nuovo Dpcm in vigore dal 16 gennaio, a partire dalla conferma del divieto di spostamento anche tra le regioni in zona gialla. Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto saranno in fascia arancione da domenica, con il ministro della Salute Roberto Speranza che ha firmato le nuove ordinanze. Bar e ristoranti saranno chiusi, le scuole superiori proseguiranno con la didattica a distanza e sara' vietato uscire dal proprio Comune, ad eccezione degli spostamenti da quelli con popolazione fino a 5mila abitanti per un raggio di 30 chilometri dai confini. A far scattare la zona arancione per le 5 regioni sono state le modifiche introdotte con il decreto del 5 gennaio, che hanno abbassato la soglia dell'Rt che determina il posizionamento nelle fasce: con Rt superiore a 1,25 anche nel valore minimo e rischio moderato si passa in zona rossa, con Rt ad 1 si va in arancione. Condizione quest'ultima in cui si trovavano la Calabria (1.04 nel valore mimino), l'Emilia Romagna (1.03) e la Lombardia (1.24).

PER CONTATTARE LA REDAZIONE: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PER LA PUBBLICITA': Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3470181980

Le ordinanze saranno in vigore fino al 15 gennaio, data in cui scade il Dpcm, e con il nuovo provvedimento verranno valutate eventuali proroghe. La nuova classificazione riapre pero' lo scontro tra Regioni e governo:

IN ARRIVO ULTERIORI RESTRIZIONI. Il governo inizierà a lavorare sulla bozza da lunedì, ma alcuni punti sono già definiti e Speranza li illustrerà alla Camera il 13. Verra' confermato il coprifuoco alle 22 e la zona gialla 'rafforzata', dunque con il divieto di spostamento tra le regioni. E' invece ancora aperta la discussione se confermare o meno la possibilita' di muoversi una sola volta al giorno in massimo due persone per andare a trovare parenti e amici, nell'ambito della regione.

lombardia_covid.png

Aggiungi commento