Malocchio e scappatelle, nuovo capitolo in Tribunale

sfera.jpg

Concorezzo. Non ha fine la saga concorezzese del "malocchio", una serie di episodi che hanno già portato alla condanna in primo grado per una nota parrucchiera che lavorara in pieno centro. Se il primo capitolo aveva riguardato la truffa ai danni di una invalida ottantenne, che era stata persuasa del fatto di avere il malocchio, la prossima settimana le porte del Tribunale di Monza si apriranno per chiarire i contorni di una vicenda ben diversa. Un imprenditore avrebbe dovuto versare una somma da capogiro (si parla di circa 100.000 euro, in diverse tranche) perché non venissero rivelate presunte "scappatelle". Sembra che la denuncia fosse stata presentata e poi ritirata e per questo a deporre saranno chiamati anche i militari dell'Arma che avevano raccolto ufficialmente le prime informazioni.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI