Milanino, le proposte dei lettori per migliorare la nuova viabilità

milaninoluglio2014.jpg  Concorezzo. Ci hanno persino dato della "stampa di regime" perché abbiamo riportato l'opinione silenziosa di tantissimi lettori (molti residenti in zona) che stanno apprezzando la normalità riportata all'interno del Milanino dalla nuova viabilità. Abbiamo ricevuto insulti peggiori, la libertà d'opinione resta sacra. Ma proprio perché la nostra redazione ha sempre tenuto un approccio oggettivo e realistico ai problemi del paese (ricordate il clamore per l'arredo e la viabilità di via Libertà?...), confermiamo quanto abbiamo scritto: ci sono code, ci sono migliorie da fare, ma l'intervento viabilistico al Milanino (via Dante, via San Rainaldo, via Garibaldi, via Gramsci, via Monte Grappa, etc) in primo luogo risponde a una visione complessiva della città volta a collegare il quartiere al centro, tutelando pedoni e ciclisti. In secondo luogo va nella direzione di una moderna città dove il traffico di attraversamento viene costretto su provinciali e arterie adeguate e non consentito nelle "scorciatoie! interne. Terzo, e non trascurabile, risponde proprio alle esigenze dei residenti che non ne potevano più dell'assalto di auto e mezzi pesanti. Fatte queste premesse è chiaro anche al più fazioso dei lettori che in corso qualcosa può essere cambiato per evitare "giri dell'oca" o ricalibrare il traffico. Cosa va cambiato? Da oggi sulla pagina facebook di concorezzo.org e all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. raccogliamo le idee dei lettori, dei cittadini di Concorezzo, ma anche di quelli di Villasanta e Vimercate che ci hanno segnalato disagi e idee. Entro settembre stileremo una lista di massimo dieci proposte da protocollare in Municipio e da sottoporre all'Amministrazione comunale in vista della assemblea pubblica di settembre.

Sotto con le idee.

Ringraziamo Angelo Buscaini per le foto: almeno ci rendiamo conto di cosa stiamo parlando ;-)

milaninoluglio2014a.jpg

milaninoluglio2014b.jpg

milaninoluglio2014c.jpg

milaninoluglio2014d.jpg

milaninoluglio2014e.jpg

milaninoluglio2014f.jpg

milaninoluglio2014g.jpg

milaninoluglio2014h.jpg

milaninoluglio2014i.jpg

milaninoluglio2014l.jpg

 

Commenti   
0 #28 DIEGO 2014-09-16 10:11
Apprendo oggi da un post pubblicato su "sei di Concorezzo se..." che, a proposito della nuova viabilità del milanino, pare nessuno abbia mai chiesto o sentito l'esigenza della viabilità a senso unico in via san Rainaldo (detto da persona che afferma di risiedere a Concorezzo dal 1987).
Io a Concorezzo risiedo qui dal 1964 e ricordo che via san Rainaldo è sempre stata pericolosa con il doppio senso di marcia, da quando c'era la dogana e i tir si incastravano nella curva a gomito provenendo da via dante.
Successivamente al ridimensionamen to del traffico legato alla dogana è diventata una scorciatoia tra villasanta e Vimercate; il lungo rettilineo provenendo da Villasanta e con il semaforo verde sul fondo dava il via a delle accelerazioni pazzesche con staccate al limite e pedoni e bici sulle strisce dietro l'angolo cieco che dovevano saltare via per non essere investiti, biciclette che andavano verso il centro del paese che rischiavano di essere investiti a loro volta dalle macchine che uscivano dal cortile del palazzone o che percorrevano i portici (vietati alle bici) rischiando a loro volta di investire i pedoni che uscivano dal cortile e poi code infinite con gli automobilisti (tanti) che usavano la via come scorciatoia, passavano con il giallo e rischiavano incidenti con altri veicoli su via dante; ricordo le franate e i frontali evitati quando qualcuno usciva con il muso della macchina dal palazzone ed il veicolo in arrivo da Villasanta non rallentava ma allargava nell'altra corsia obbligando all'inchiodata chi proveniva da Concorezzo versa Villasanta.
Ora pare secondo alcuni che la rotonda sia più pericolosa del semaforo, ognuno è libero di pensarla come vuole ma devono sapere che di incidenti ce se sono stati e tanti con il semaforo; ricordo macchine e scooter finiti sui marciapiedi (davanti a casa pattarin o sull'angolo davanti ai terzoli oppure contro il cancello di villa zoia) ed il morto non ci è scappato solo per caso.
Tempo fa la madre di un mio amico è stata investita sulle strisce davanti al cimitero e se l'è cavata per miracolo dopo una lunga convalescenza, e molti commentavano che il comune è intervenuto solo dopo che si era rischiato il morto; ora che il comune interviene prima che si rischi il morto non va bene ugualmente.....
Una cosa è certa: via san Rainaldo era pericolosa con il doppio senso di marcia perchè stretta, con marciapiedi stretti e malandati, pericolosa per le bici e i pedoni dal momento che veniva spesso percorsa ad alta velocità del giorno e della notte pur trovandosi in ambito residenziale e vicina al centro, ora imparo che non va neanche bene la pista ciclabile!
Parlando con altri residenti ho potuto constatare che le persone soddisfatte da questi interventi ,che sono stati promessi e discussi da anni sono tante, probabilmente non frequentano facebook e considerato il trattamento riservato a Mauro Capitanio (che non conosco ma con il quale mi congratulo per la pazienza che ha avuto) avranno le loro buone ragioni.
0 #27 Roberto 2014-09-01 09:07
Buongiorno,
vorrei introdurre un argomento che finora non mi sembra stato considerato, vale a dire la messa in sicurezza dell'attraversa mento pedonale in corrispondenza di via Dante/via Garibaldi/XXV Aprile (per intenderci quello all'altezza del ristorante cinese). Il livello di pericolosità per i pedoni è ulteriormente aumentato in quanto oltre al traffico di via Dante occorre prestare attenzione alle auto che escono da via Garibaldi e che hanno logicamente lo sguardo rivolto a sinistra e non a destra sul passaggio pedonale. A mio parere sarebbe necessario installare uno spartitraffico al centro della carreggiata come fatto all'uscita di via Monte Grappa per consentire ai pedoni di attraversare in sicurezza, di rallentare la velocità su via Dante e di evitare il fenomeno della svolta a sinistra in uscita da via Garibaldi.
Saluti
0 #26 Marcello 2014-08-31 19:46
L'incrocio tra le vie Cattaneo e Via Oreno deve (da "utente automobilista") essere rivisto.
Prima di Via Pellico e Via Cattaneo ne conoscevo appena l'esistenza. Ora mi trovo costretto a percorrerle ogni volta che devo dirigermi verso Vimercate.
Via Cattaneo e Via Oreno si incrociano con un angolo molto accentuato (120° o forse più). Per chi arriva da Via Cattaneo (tutto il Milanino e tutti i "villasantesi" diretti a Vimercate), l'incrocio è molto... "scomodo" perchè si è costretti a ruotare lo sguardo verso via Oreno in modo assolutamente innaturale. A parte il "torcicollo", la visuale è comunque pericolosamente ostacolata dal montante della portiera, dal poggiatesta e dalla cintura di sicurezza.
A mio avviso, oltre ad installare uno specchio parabolico per permettere a chi proviene da Via Cattaneo di scorgere i veicoli su via Oreno, occorre invertire l'obbligo di "STOP" imponendolo a chi proviene da Via Oreno per lasciare libero il traffico a chi proviene da Via Cattaneo.
0 #25 Marcello 2014-08-31 19:20
Volevo far notare (soprattutto a chi si è occupato dello studio della viabilità) che tutti i residenti e le aziende delle Vie Garibaldi, Ungaretti, Levati, Pasolini, Cattaneo, Filzi, Pellico hanno come unica strada di uscita in caso di emergenza (non voglio portar sfortuna OVVIAMENTE, ma il caso "Formenti" è di pochi giorni fa) Via Carlo Cattaneo. Praticamente il comparto di vie è diventato uno specie di grosso "Residence" aggravato dal traffico proveniente da, parte del quartiere Milanino e parte da Villasanta.
Sinceramente non mi sembra una grande pensata. Senza arrivare a casi estremi di un incendio stile "Formenti". Basta un semplice incidente stradale all'incrocio tra Via Cattaneo e Via Oreno (peraltro assolutamente possibile a seguito dell'incremento di traffico, prima ridotto ai minimi termini).
0 #24 CARLO 2014-08-27 14:22
Forse il senso non lo hai capito tu...visto che sei tu che critichi le mie critiche. Io dico quello che penso ne più ne meno degli altri. E fai qualcosa di più utile invece di perdere tempo a commentare quello che scrivono gli altri.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI