"Naugrafo" chiede i danni a Concorezzo, ma sbaglia Comune

b_450_500_16777215_00_images_naufrago.jpegConcorezzo. Vuole un risarcimento di alcune migliaia di euro da Concorezzo, ma probabilmente ha sbagliato bersaglio. Non c'è fine all'odissea di P.I., cittadino residente a Sovico, vittima del nubigrafio che si abbattè sulla Brianza lo scorso 5 agosto. L'uomo era a bordo della propria vettura quando rimase letteralmente intrappolato nel sottopasso della Provinciale "Sp13", tra Concorezzo e Agrate. L'acqua che bloccò la vettura ha creato anche una serie di danni al motore per cui, con un po' di ritardo, il sovicese ha deciso di chiedere un risarcimento al Comune di Concorezzo.

Dopo le prime verifiche dell'Amministrazione comunale, però, risulterebbe che il tratto di strada contestato apparterebbe al Comune di Agrate. Per il naufrago di Sovico il mare è ancora molto mosso...

Aggiungi commento