No alla scarcerazione, restano in cella i vertici del Consorzio Cecis

Concorezzo. No alla scarcerazione dei fratelli Mauro e Luciano Q. Resteranno in carcere i responsabili del Consorzio concorezzese "Cecis" di via dei Mestieri 8/b. La società è finita al centro di una maxi-operazione della Finanza per un presunto giro di evasione e false fatturazioni. Un sistema ingegnoso che avrebbe consentito di sottrarre al fisco qualcosa come 120 milioni di euro. Il Tribunale del riesame ha di recente respinto la richiesta di scarcerazione confermando le richieste del gip che li accusa di associazione a delinquere finalizzata alla frode fiscale.

Aggiungi commento