Notte medioevale, nessuna "tassa" sull'evento

festapatrono.jpgConcorezzo. E' durato poche ore il giallo di una presunta "tassa" da 70 euro per finanziare la bella manifestazione che verrà organizzata in paese in occasione della festa patronale. Domenica 6 novembre, infatti, Concorezzo farà un tuffo nel passato con sfilate dal sapore medioevale e fantasy: chi si troverà a passeggiare in centro potrà imbattersi in sbandieratori, falconieri, artiste del tombolo, dimostrazioni di giochi e mestieri storici e persino una sfilata manzoniana, ricordando I Promessi Sposi. Evento patrocinato dal Comune e organizzato dall'Associazione La Presentosa. E qui si è creato il qui pro quo. La macchina organizzativa costerebbe circa 6000 euro, l'Amministrazione comunale ha erogato un contributo di 1500 euro. Altri soldi arrivano dagli espositori che saranno presenti in via Libertà e De Capitani. La Presentosa ha poi deciso di inviare una lettera ai commercianti concorezzesi, chiedendo un contributo di 70 euro. In un primo momento non è stato chiaro se la richiesta arrivasse dal Comune, dall'Associazione commercianti o, come era abbastanza chiaro leggendo bene la lettera, dall'organizzatore. Tra l'altro non era nemmeno noto ai più che il Comune avesse già stanziato 1500 euro. Nessuna richiesta o sollecito è arrivato dall'Associazione commercianti. E così qualcuno ha pensato che si dovesse pagare una sorta di gabella per aderire alla manifestazione. "Il contributo lo chiede l'Associazione La Presentosa a titolo volontario - precisa la presidente, Belinda Luciani - A oggi comunque nessuno ha ancora aderito e a questo punto non so nemmeno se procederemo con la raccolta. Mi sembrava naturale chiedere una collaborazione visto che è interesse di tutti animare il centro storico nel giorno della festa patronale e i negozi aperti trarranno beneficio dalla presenza di tantissimi cittadini, che non arriveranno solo da Concorezzo". 

"Non facciamone un caso - getta acqua sul fuoco l'assessore al Commercio, Micaela Zaninelli - A noi interessa principalmente che nel giorno della festa patronale i cittadini abbiamo una proposta di intrattenimento che non si limiti ai "baracconi". E' giusto che si sappia anche che il Comune, come per tantissime altre manifestazioni, a partire da quelle natalizie, fa la sua parte erogando un contributo".

Leggi anche

Errore fatale per giovane spacciatore: vende hashish a due poliziotti

English Break, lesson 6: visiting Bournemouth

L'urlo del Liga nel cielo di Monza

Mixomatosi, il virus che fa strage di conigli

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI