Olio d'oliva tarocco: in farmacia si smascherano le truffe

aspecon.jpgConcorezzo. Secondo il rapporto di Legambiente e Movimento diritti del cittadino l'olio extravergine d'oliva è tra i primi cinque posti tra i porodotti più contraffatti nel nostro Paese. Soprattutto quando lo si acquista direttamente dai produttori, oppure in frantoio o peggio ancora via internet, l'olio può essere "vittima" di trattamenti quali colorazione, miscelazione con olio di scarsa qualità o anche con olio di semi o clorofilla fino ad arrivare alla deodorazione. Come sapere se si è stati truffati? Basta recarsi alla farmacia comunale di via De Giorgi dove, da tempo, il dottor Roberto Scarabelli effettua delle analisi ad hoc (10 euro il costo dell'operazione) presso il laboratori galenico dell'Aspecon. Un'analisi della qualità basata sulla rilevazione del ph che ha permesso a moltissimi concorezzesi di scoprire vere e proprie truffe. "Purtroppo queste analisi vanno ripetute di anno in anno - spiega Scarabelli - perché ovviamente il raccolto delle olive varia a seconda dell'annata e del clima. Soprattutto per chi acquista grandi quantità d'olio vale la pena sapere cosa si sta ulizzando per la propria alimentazione". Per informazioni è possibile telefonare allo 039.6040081 oppure scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Aggiungi commento