Papà nello spogliatoio femminile, è polemica in piscina

donneriservato.JPG

Concorezzo. Tre giorni di discussione sul web, una settantina di apprezzamenti e quasi cinquanta scambi di opinione, più o meno accesi. A scatenare l'ira di un papà, e il conseguente accesissimo confronto, è stato un episodio (non il primo del genere, a dire il vero, ndr) verificatosi all'interno della piscina comunale di via Pio X. Durante l'ora di nuoto libero, secondo quanto riferito da un genitore e segnalato alla reception della struttura, due uomini adulti, di nazionalità straniera, sarebbero entrati nello spogliatoio femminile per accompagnare una bambina, nonostante questa fosse già seguita dalla madre. Davanti alle rimostranze di un papà che stava attendendo all'esterno le due figlie, uno ha fatto finta di niente, l'altro ha riposto in malo modo e poi è entrato ugualmente.

"Io non sono razzista ma non sopporto l'ignoranza", ha scritto in alcuni passaggi del suo colorito post il genitore, lamentandosi del fatto che la sua segnalazione alla reception sarebbe caduta nel vuoto sia per la mancanza di personale addetto a controllare chi entra negli spogliatoi sia perché succederebbe spesso che mamme entrino con i figli maschi negli spogliatori maschili e anche papà con figlie femmine in quelli femminili, come in questo caso". Casi di difficile soluzione quando genitori e figli non sono dello stesso sesso, anche se (visto l'obbligo di fare la doccia in costume), basterebbe indirizzare le mamme negli spogliatoi femminili e i papà in quelli maschili, indipendentemente dal sesso dei figli (fintanto che si tratta di bambini, una volta ragazzini dovrebbero arrangiarsi da soli...).

Da questo punto di vista molti utenti chiedono ora cartelli più espliciti su chi possa o meno entrare nei diversi spogliatoi. E magari qualche controllo di tanto in tanto.

Commenti   
0 #3 Enzo 2014-10-21 10:14
Lo scrissi due anni fa circa quando fu sollevato il problema dell'addetto alle pulizie, i bambini non autonomi devono accedere allo spogliatoio del sesso del genitore, il fatto adesso riportato è identico a quello che piu' volte vedo quando accompagno mia figlia al corso, e cioè diverse mamme che entrano nello spogliatoio maschile, docce comprese, per accompagnare i loro figli, capisco che quello femminile spesso è pieno per il fatto che sono quasi sempre le mamme ad accompagnare i figli in piscina ma questo non toglie che è un problema esattamente come quello oggi riportato.

Enzo
0 #2 Angela 2014-10-15 14:59
per me sarebbe meglio mettere un 'assistente per aiutare i bambini piu' piccolini..e i genitori devono aspettare fuori anche x un discorso igienico..visto che di solito indossano pure le scarpe..
al limite se non ci sono fondi a disposizione ci si puo' organizzare con qualche genitore volontario..ma non piu' di uno per spogliatoio...
0 #1 Federico 2014-10-15 09:52
Io sono d'accordo nel far andare i bambini nello spogliato del sesso del genitore accompagnante non del bambino!!! Sono stato cliente della piscina per anni e reovarsi delle mamme nello spogliatoio maschile non è giusto maanche il contrario, soprattutto con bambini sopra i 6/7 anni che dovrebbero gia essere autonomi
Aggiungi commento