Pass disabili abusivi e sciacalli delle strisce arancioni: a Concorezzo si chiede la linea dura

b_450_500_16777215_00_images_passdisabili.jpegPosti disabili occupati abusivamente davanti alle scuole e ai parchi pubblici: i genitori di chi vive reallmente la difficoltà dicono basta. E così, dopo la notizia del blitz "televisivo" della Polizia locale di Monza, anche a Concorezzo si chiede la mano pesante sui furbetti.

Anche perché, ci racconta il padre di un ragazzo con disabilità, anche a Concorezzo ne succedono di tutti i colori.

"Se Monza insegna speriamo che Concorezzo impari - spiega a concorezzo.org U.L. - Difficilmente ho visto multare auto senza contrassegno disabili parcheggiate negli stalli gialli riservati, e questo soprattutto davanti alle scuole negli orari di arrivo o di uscita degli studenti. Come genitore di disabile e munito di regolare contrassegno esposto sull'auto, mi devo spesso confrontare o meglio scontrare con persone "incivili" che occupano abusivamente il posto riservato ai disabili...sorvolando sugli insulti che spesso ricevo e sulla solita scusa "...mi fermo solo 1 minuto poi vado via..." sarebbe auspicabile per Concorezzo, oltre a una maggiore "civilta'" anche un maggior controllo e relativo sanzionamento (cosa che tra l'altro farebbe bene alle casse comunali). Di questa "disattenzione" ne è chiara prova il fatto che da mesi lo stallo giallo disabili adiacente all'ingresso del parchetto di fronte a Villa Teruzzi è sempre occupato da auto non munite di contrassegno. Addirittura è stato divelto il relativo cartello di segnalazione, questo nonostante tutti i santi giorni un equipaggio della polizia locale si ferma per aprire o chiudere il cancellone del parchetto". 

 

Aggiungi commento