Perseguitato dai ladri: prima gli entrano in casa, dopo una settimana in azienda

ladri2.JPGConcorezzo. Perseguitato dai ladri. Davvero al limite dell'esasperazione un noto artigiano concorezzese, E.C., che, nel giro di pochi giorni ha dovuto fare i conti per ben due volte con i ladri. Nel primo caso la "visita" è avvenuta nella sua abitazione, una villetta al confine con Agrate. Mentre era in casa con la moglie, i ladri sono entrati all'interno dopo aver forato gli infissi di una porta finestra. Quindi sono entrati in camera da letta, hanno prelevato due cassetti dei comodini e sono usciti. E.C. si è accorto di loro ma non ha potuto seguirli perché i ladri avevano nascosto le chiavi della sua auto. I malviventi sono fuggiti a bordo di una Renault Scenic non prima di un'ultima beffa: "Buona notte, stai tranquillo", mi hanno detto facendo "ciao" con la mano, racconta E.C. a concorezzo.org. Pochi giorni dopo l'artigiano ha trovato una brutta sorpresa nella sua azienda in zona industriale: incuranti dell'antifurto che suonava, alcuni ladri hanno raggiunto l'ufficio all'iterno del capannone e prelevato dei contanti usati come fondo cassa. Le due denunce sono al vaglio dei carabinieri.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI