Primi vaccini Covid a Concorezzo scortati dall'esercito

Concorezzo. Arriveranno domani in città i primi vaccini anti-Covid. Si tratta di un numero ristretto del tipo Pfizer-BioNTech e che saranno somministrati agli ospiti e agli operatori della Rsa Villa Teruzzi. Vista la delicatezza della consegna, i vaccini arriveranno scortati dall'esercito o comunque da guardie private armate.

Intanto dopo le polemiche dei mesi scorsi sulla mancanza di vaccini antiinfluenzali, oggi molti medici si trovano nella paradossale situazione di avere vaccini in esubero: a quanto pare finite le polemiche, molti non hanno nemmeno ritenuto utile richiedere la somministrazione.

VACCINI COVID, LA SITUAZIONE

In Italia prosegue la campagna vaccinale con le prime somministrazioni dei richiami, che il commissario Arcuri raccomanda di effettuare con lo stesso farmaco e nei tempi del protocollo (21 giorni dalla prima iniezione per Pfizer, 28 per Moderna)

Intanto però fa discutere il taglio di 165mila dosi destinate all’Italia da parte di Pfizer: nel nostro Paese in questa settimana verranno consegnate 397.800 dosi invece delle 562.770 dosi previste. Pfizer, che gestisce autonomamente la distribuzione, ha rimodulato la quantità di dosi in arrivo in ogni Regione: Abruzzo, Basilicata, Marche, Molise, Umbria e Valle d'Aosta sono le uniche regioni che non avranno tagli

vaccini_c.jpg

 

Aggiungi commento