Pronto, chi parla? Siamo i carabinieri. E ritrova il cellulare smarrito

cellulare.jpg

Concorezzo. "Pronto, chi parla?". E dall'altro capo del tefono rispondono i carabinieri. Non poteva trovare voce più rassicurante la concorezzese Silvia Casiraghi che, lo scorso 17 febbraio, aveva smarrito il proprio cellulare. Prima il comprensibile panico per la perdita dell'oggetto e di tutti i dati. Poi la corsa verso un altro telefono nella speranza che il suo squillasse ancora. E così è stato. A rispondere erano i carabinieri della caserma di via Ozanam dove un onesto cittadino si era recato poco prima a consegnare il portatile trovato per strada. Un anonimo concorezzese che ha compiuto un gesto che dovrebbe essere normale, ma che purtroppo diventa quasi notizia. Da imitare.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI