14enne adescata su facebook da un orco: salvata dai carabinieri

b_450_500_16777215_00_images_facebook.jpegAgrate B. Una ragazzina di 14 anni è stata salvata dai carabinieri di Agrate da un brutale tentativo di violenza sessuale. I militari sono intervenuti ieri sera nei pressi del Centro sportivo di Agrate. Lì l'orco, un nordafricano di 28 anni residente a Cantù, stava cercando di abusare sessualmente di una ragazzina di 14 anni, residente nel Vimercatese, conosciuta via facebook.
L'uomo, E.Y., nativo del Marocco, operaio, pregiudicato, il giorno prima aveva adescato la studentessa, da anni residente nella Brianza Est con la famiglia. Si era presentato come un coetaneo e connazionale, aveva usato parole dolci e poi i due si erano dati appuntamento presso la stazione ferroviaria di Arcore. Quindi l'orco si era diretto verso il centro sportivo di Agrate, scegliendo una zona isolata del parcheggio. Le dolci parole usate il giorno prima nella chat di facebook si sono trasformati in insistenti e morbosi palpeggiamenti, con il tentativo dell'uomo di spogliare la vittima. Per fortuna in quel momento (erano circa le 21,30) i carabinieri stavano pattugliando la zona e notando la vettura, hanno deciso di fare un controllo.
In quel momento è finito l'incubo della ragazzina che, assistita poi da una psicologa, ha raccontato il suo dramma. Ora il pedofilo si trova in carcere a Monza. Su di lui grava la pesante accusa di violenza sessuale. 

 

Commenti   
0 #4 Carlo 2013-05-05 14:18
Non è poi così assurdo che a 14 anni un/a ragazzo/a possa essere in giro da solo/a. Quattro anni ancora ed è maggiorenne con la patente. Poi sul fatto che i 14enni di oggi appaiono più immaturi di quanto lo fossimo noi 40/50enni alla loro età, si può discutere. Il vero problema è che ci fa un pregiudicato (magari per reati simili) in circolazione. Le carceri italiane sono stracolme di extracomunitari . Quando una Legge per far scontare le loro pene nel paese di origine? Non è razzismo ma contributo alla riduzione della spesa pubblica... che come è noto è arrivata a livelli allucinanti. L'alternativa è costruire altre carceri perchè a prescindere dall'origine geografica del carcerato, occorre garantire livelli umani di detenzione e risolvere il problema rilasciando prima del tempo i detenuti o peggio non incarcerarli del tutto... evidentemente non è una soluzione "intelligente".
Attenzione! personaggi con "simili pruriti" non si redimono con qualche annetto di carcere... e rilasciarli anzitempo costituise un grave pericolo per la società.
0 #3 M 2013-04-30 06:29
Cara Virginia
Lei ha ragione quando dice che poteva essere benissimo Italiano, non avrei certo cambiato idea, l'unica cosa che non avrei potuto proporre è quello di rispedirlo a "casa" .... ma dal momento che è straniero questapossibili tà esiste e sarebbe bello che la legge lo permettesse.
Ha ragione anche quando dice che a quell'ora un'adolescente in giro da sola "stona" ma resta il fatto che ciò che ha fatto questo straniero rimane da condannare e direi pesantemente !!!!!!
.....e poi, carosello...il tanto atteso carosello...... . mi permetta però di dire che i tempi sono cambiati non possiamo sempre fare riferimento ai nostri "bei tempi sani".
La saluto cordialmente
0 #2 Virginia 2013-04-29 16:30
Caro sig. M. non si tratta di discriminare una persona perchè è straniera. Poteva essere anche italiano. Ci sono anche delinquenti italiani. Dove dobbiamo spedire i nostri connazionali delinquenti? Le carceri sono piene. E come la mettiamo con questa adolescente in giro da sola alle nove di sera? Dov'è la sua famiglia? Quando avevo la sua età, andavo a letto dopo il carosello.
0 #1 M 2013-04-29 08:02
....già il fatto che fosse pregiudicato e LIBERO non è certo una buona cosa, finchè poi, a questa gentaglia non viene fatto alcunchè continueranno ad agire .......ASSURDO.....
ma dov'è la giustizia ?????..... e poi, rimandiamolo al suo paese d'origine nelle loro carceri così non pesa economicamente sul bilancio dello stato italiano

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI