Rifugiati intossicati a Monza, coop di Concorezzo estranea

Concorezzo. Sei rifugiati politici, ospitati presso la Cascina Cantalupo di Monza, sono finiti in ospedale per intossicazione alimentare. Il fatto è accaduto alcuni giorni fa nella struttura che solitamente ospita madri con minori e pensionato femminile. I sei rifugiati, con fortissimi dolori allo stomaco, sono stati trasportati in ospedale dal 118. Si escludono responsabilità della cooperativa Laser di Concorezzo che somministra i pasti, visto che gli altri 60 ospiti non hanno avuto conseguenze. Forse i sei intossicati avevano autonomamente scongelato della carne senza conservarla adeguatamente.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI