Sacrilegio nel Parco della Cavallera, al via una raccolta fondi

b_450_500_16777215_00_images_vandali2.jpegConcorezzo. Un atto da miserabili. Un sacrilegio violento e stupido quello denunciato dall'assessore al Territorio, Walter Magni. "Domenica stavo effettuando uno dei miei consueti giri di controllo per la tutela della sentieristica del Parco agricolo della Cavallera - racconta l'esponente leghista a concorezzo.org - Ad un certo punto, nella zona retrostante la Dogana, mi sono imbattuto in una scena allucinante: l'edicola votiva con la rappresentazione della Pietà era stata letteralmente devastata da ignoti miserabili. Voglio sperare che il gesto abbia l'unica spiegazione nella pochezza d'animo e di mente di certa gente, e non vi siano motivi religiosi. Di certo la situazione va riportata allo stato precedente".

Ora l'assessore Magni ha intenzione di promuovere una raccolta fondi (su questo giornale daremo a breve le coordinate) per riparare l'edicola in tempi brevissimi e sta cercando di contattare la famiglia che l'ha fatta edificare.

b_230_220_16777215_00_images_vandali1.jpeg

Commenti   
0 #3 Sergino 54 2013-03-11 19:55
io sono nato a Concorezzo ma anche se non ci abito più da tanti anni mi tengo informato mi spiace x il brutto gesto me la ricordo anche io la Madonnina Dal Pulinat i miei zii abitavano alla Cascina Cascinetta e ora ci abita ancora mio fratello ho dei bei ricordi del mio paese peccato che ultimamente sul vostro sito leggo che accadono molte cose brutte speriamo in un miglioramento
0 #2 V.M. 2013-03-11 16:31
Non ho parole! Credetemi!
Sono nato in una Cascina nei pressi della Madonnina detta "Dal Pulinatt" e da piccolo ero solito sostare con mia Nonna per una preghiera,
il pensiero che dei vandali abbiano scalfito i ricordi legati alla mia infanzia e alla religiosità della nostra cultura, mi fa rabbrividire e la mente mi fa pensare ad un futuro per i nostri figli diversissimo dal nostro, fondato su valori che pensavamo fossero eterni, ma che con il passare del tempo vengono sempre più messi a dura prova.
Speriamo solo che questo giornale, molto seguito, possa aiutare a diffondere l'importanza di questi perduti valori.
0 #1 SF 2013-03-11 10:34
I soliti idioti: anche io come l'Assessore Magni spero si tratti di demenza giovanile (purtroppo, siamo arrivati a dover sperare nel problema minore...)

SF

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI