Strade lastricate di "pupù", cittadino minaccia vendetta

minaccedimorteviabattisti.JPGConcorezzo. "Se ti becco, sei morto". Nessuna sfumatura, nessuna voglia di mediare. Il cartello esposto da un residente di via Battisti per avvisare il padrone di un cane non lascia dubbi. E' davvero esasperato il concorezzese che, nei giorni scorsi, ha deciso a suo modo di lanciare l'ennesimo grido di allarme per una situazione di inciviltà che, ahinoi, tocca diverse zone del paese. Il fenomeno è dovuto all'inciviltà di alcuni padroni di casa che, fregandose dell'educazione ma anche dei regolamenti di polizia urbana, sono soliti lasciare a terra, nelle aiuole e sui marciapiedi, i bisogni del proprio amico a quattro zampe. E se in via Violta sono comparsi cartelli più moderati ("La colpa non è del cane, padrone vergogna!"), in via Battisti forse si è superato il segno, anche perché la minaccia è a sua volta un reato regolato dal l'articolo 612 del Codice penale. Di certo il fenomeno della maleducazione dei padroni va segnalato e contrastato. Il padrone di via Battisti è comunque... avvisato.

Commenti   
0 #11 angelo 2013-02-28 14:56
Citazione:
Vorrei sapere dalla Polizia Municipale quante contravvenzioni all'anno hanno fatto per contrastare questo problema. Ma la risposta la so già... ZERO.
A peggiorare la situazione il fatto che il comune abbia installato solo in alcuni giardini la segnaletica di divieto, mentre il divieto (ossia l'obbiligo alla raccolta) riguarda tutta la superficie del paese (marciapiedi, giardini, strade). La presenza di pochi cartelli e di nessuna informazione alla cittadinanza porta alcuni a pensare che se non c'è il cartello non sia vietato.
Resta il fatto che i padroni che raccolgono gli escrementi sono una minoranza minima.
Mi piacerebbe che qualche esponente della amministrazione usufruisse di questo spazio di conversazione con la cittadinanza per raccontarci che iniziative pensano di adottare. Che so, utilizzare il giornalino di Concorezzo per sensibilizzare la cittadinanza, monitorare l'andamento delle contravvenzioni, informare gli alunni delle scuole, ...
le cacche sui marciapiedi del milanino, aumentano di giorno in giorno....
è arrivata la prima multa?
0 #10 Rossana 2013-02-04 16:13
Citazione:
Citazione:
...Capisco che per i vigili questo non sia un grosso problema......ma allora togliamo i divieti......o facciamoli ballare sti occhi.
l'unico problema dei vigili dev'essere il livello di soddisfazione dei cittadini e l'osservanza delle leggi. Ricordiamoci che siamo i loro datori di lavoro e al tempo stesso i loro clienti, dovrebbero fare tesoro di strumenti come concorezzo.org per orientare le loro priorità.
E perchè mai non intervengono in questa conversazione che li vede coimputati?
Non facendolo la gente continuerà a pensare che sia l'ennesima casta italiana, autoreferenziata, che si crogiola nel privilegio di non dover rispondere del suo operato all'opinione pubblica. Capiranno mai il nesso tra lo stipendio che ricevono e le esigenze della comunità che glielo paga?
Ma perfavore, i vigili!! Che non multano nemmeno chi è in divieto di sosta!!
0 #9 Rossana 2013-02-04 16:12
Proprio ieri sono passata da Via M. L. King e all'angolo con Via Cantù (direzione piscina), ci sono almeno una ventina di escrementi di cane e sono pure delle belle cacatone!! Non ci sono cestini? Te la porti a casa la cacca del tuo cane! E per quel che riguarda aree cani ce ne è una vicinissima nel giardinetto in Via Ancora/PioXI, almeno lì c'è, usarla?
E sarà anche vero che ci sono vetri e quantaltro per strada, sempre di maleducazione si tratta, non solo di poca pulizia delle strade, ricordiamocelo bene, dovremmo essere noi cittadini a essere più "puliti" e non fare quello che vogliamo gettando qualsiasi cosa per terra e aspettare che altri puliscano!!!
0 #8 Marco B 2013-02-02 15:16
Citazione:
...Capisco che per i vigili questo non sia un grosso problema......ma allora togliamo i divieti......o facciamoli ballare sti occhi.
l'unico problema dei vigili dev'essere il livello di soddisfazione dei cittadini e l'osservanza delle leggi. Ricordiamoci che siamo i loro datori di lavoro e al tempo stesso i loro clienti, dovrebbero fare tesoro di strumenti come concorezzo.org per orientare le loro priorità.
E perchè mai non intervengono in questa conversazione che li vede coimputati?
Non facendolo la gente continuerà a pensare che sia l'ennesima casta italiana, autoreferenziat a, che si crogiola nel privilegio di non dover rispondere del suo operato all'opinione pubblica. Capiranno mai il nesso tra lo stipendio che ricevono e le esigenze della comunità che glielo paga?
0 #7 SARA 2013-01-31 13:15
Riprendiamo il discorso di Via Adda.Malgrado il cartello di divieto c'è comunque ci porta ugualmente il cane a fare i suoi bisogni ai giardinetti. C'è la sigra con due cani neri, c'è la/il sigra/sig col cagnolino bianco, c'è chi ha il bastardino preso al canile(bianco e basso), che prima si lamentava degli altri e ora fa fare al suo di tutto e di più.Capisco che per i vigili questo non sia un grosso problema......m a allora togliamo i divieti......o facciamoli ballare sti occhi.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI