Studenti sardine, il Comune si schiera. Ma la polemica infuria

b_450_500_16777215_00_images_malcantone.jpegConcorezzo. Pagare per un servizio che non c'è è una cosa che, in tempi di crisi, fa davvero infuriare. Ma anche sapere che i propri figli, alla fine, riescano ad arrivare a scuola come deportati, ammassati come sardine su un pullman di linea, è una magrissima consolazione. Dopo l'sos lanciato da alcuni genitori al Comune per risolvere i disagi della linea Z321 TREZZO-MONZA VIA LECCO, in particolare nella fascia dalle 7 alle 8 del mattino, qualcosa si è mosso.
In settimana, pur non essendo di competenza comunale, l'assessore alla Viabilità Walter Magni ha preso carta e penna e ha scritto alla società di trasporti per esprimere disappunto e chiedere soluzioni. Gli studenti delle superiori, diretti da Concorezzo a Vimercate, faticano a salire su bus strabordanti, alla faccia degli abbonamenti pagati in anticipo. C'è chi si deve alzare all'alba per prendere il bus delle 7 o ancora prima, c'è chi è obbligato ad arrivare in ritardo. Il pressing genitori-Comune potrebbe obbligare l'azienda a introdurre un mezzo integrativo. Altrimenti c'è chi prospetta uno sciopero di massa dei biglietti.
A difesa degli studenti è intervenuto naturalmente anche il sindaco Riccardo Borgonovo, che farà presente il problema alla Provincia di Monza e sul cui computer sono arrivate una decina di mail direttamente dagli studenti. Del caso è stata informata anche la Asl: i genitori vogliono sapere se quel carnaio rispetti i parametri di igiene sanitaria.

Ecco gli ultimi messaggi arrivati a concorezzo.org.

"Anche mio figlio, che è in 2^ superiore, utilizza questa linea bus - scrive Tina -  L'anno passato ha "deciso causa forza maggiore" di andare a scuola con la corsa delle 07.05 (via Dante-Concorezzo) perchè con la successiva era impossibile salire sul pullman. Ciò comportava e comporta tutt'ora l'arrivare a destinazione, a Vimercate, con 40 minuti di anticipo e rimanere "fuori" da scuola "a cielo aperto" per 15/20'. Se poi dovesse perdere quella corsa e non riuscisse a salire sulla successiva è garantita l'assenza perchè i genitori nel frattempo sono andati al lavoro ed oltre a non poterlo accompagnare non potrebbero firmare il permesso di entrata alla seconda ora. Mi auguro che vengano presi provvedimenti in tempi brevi...".

"Concordo anch'io con quanto finora pubblicato - rincara Paola - Il punto è che chi compra l'abbonamento (settimanale, mensile, annuale) deve pagare in anticipo un 'servizio' che non gli viene garantito. Non ha logica!
Ma è possibile che ogni anno si devono riscontrare le stesse problematiche e non si riesce ad organizzare qualche corsa in più in quelle fasce d'orario?
Da anni lo stesso problema: errare humanum est, perseverare autem diabolicum".

Commenti   
0 #3 tina 2012-10-16 15:24
linea bus Z321 tratta Concorezzo/Vime rcate (ITIS)
Il mese scorso è già stato pubblicato il mio commento all'articolo "studenti come sardine...".
Questa volta non "vorrei" ma VOGLIO segnalare un'episodio di oggi 16/10. Questa mattina mio figlio, con altri ragazzi destinati alla scuola di Vimercate, ha potuto prendere il pullman alla bellezza delle 8,10 pur essendo alla fermata dalle 7,05. E' successo che, probabilmente, la corsa delle 7,05 è saltata perchè non è passato alcun bus; nelle due corse successive è stato impossibile salire (addirittura in una non sono state aperte le porte). Risultato: i ragazzi sono arrivati a scuola alle 8,30 circa; sono stati fatti entrare (senza giustificazione ) in quanto minorenni; hanno aspettato l'inizio della seconda ora; sono stati "sgridati" da preside, vice preside e altri. La scuola è iniziata da poco più di un mese e disagi di trasporto ce ne sono stati "troppi" calcolando anche che il costo dei biglietti è aumentato!!
Cosa ancor più grave è che il ritardo, l'assenza, la sgridata va a discapito della condotta del ragazzo. Non è cosa da poco...!
Mi rivolgo al giornale non sapendo a chi altro segnalare il disagio e sperando che il messaggio venga letto da chi di dovere.
0 #2 RM 2012-09-28 10:54
Problema che persiste da sempre, sia in direzione Monza che in direzione Vimercate, la soluzione è solo una, l' insediamento di una societá di trasporti privata!
0 #1 Eugenia 2012-09-26 19:40
Nel vostro articolo si cita la tratta Concorezzo -Vimercate , ma in direzione opposta verso Monza la situazione non è migliore. Molti ragazzi, acausa del sovraffollament o, non riescono a salire sul pullman delle 7.00 nè sui successivi. Per poter arrivare a scuola in orario, o prendere altri pullman o treni, per raggiungere i vari istituti devono anticipare l'e prendere il bus delle 6.41 o devono essere accompaganti dai genitori. Anche in questi casi l'abbonamento è pagato!

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI