Studenti sul bus come sardine, protestano i genitori

b_450_500_16777215_00_images_pullmanaffollato.jpegConcorezzo. Un appello alle istituzioni per dare ai loro figli un senso di civiltà negato da quel pullman dove vengono stipati come sardine nel viaggio verso scuola.
E' quanto scrive un gruppo di genitori all'Amministrazione nella speranza che li sostenga nella "battaglia" presso la Provincia. Nel mirino la linea Z321 TREZZO-MONZA VIA LECCO, in particolare nella fascia dalle 7 alle 8 del mattino.

"La presente per informarvi che a Concorezzo - scrivono i genitori - questa linea è assolutamente insufficiente per il trasporto degli studenti. I pullman sono scarsissimi, quando passano, spesso non si fermano, perché sono troppo pieni, quando si fermano, solo pochissimi ragazzi riescono a salire. La maggior parte dei ragazzi che attendono alla fermata, per tentare di arrivare a scuola in orario devono poi chiamare i genitori e farsi accompagnare in macchina, naturalmente dopo avere acquistato biglietti e settimanali. Questo non si puo’ chiamare “servizio” e soprattutto a pagamento! Vi preghiamo pertanto di potenziare adeguatamente la linea in oggetto, di modo che i ragazzi possano arrivare a scuola nei tempi dovuti, senza saltare sempre la prima ora di scuola. Grazie anticipatamente per il vostro intervento".

Commenti   
0 #4 Paola 2012-09-26 08:09
Concordo anch'io con quanto finora pubblicato. Il punto è che chi compra l'abbonamento (settimanale, mensile, annuale) deve pagare in anticipo un 'servizio' che non gli viene garantito. Non ha logica!
Ma è possibile che ogni anno si devono riscontrare le stesse problematiche e non si riesce ad organizzare qualche corsa in più in quelle fasce d'orario?
Da anni lo stesso problema: errare humanum est, perseverare autem diabolicum
0 #3 Patrizia 2012-09-25 15:23
condivido il commento di tina: anch'io ho un figlio in 2^ superiore con lo stesso identico problema.
0 #2 tina 2012-09-24 12:38
Concordo con ciò scritto e mi unisco al gruppo di protesta.
Anche mio figlio, che è in 2^ superiore, utilizza questa linea bus. L'anno passato ha "deciso causa forza maggiore" di andare a scuola con la corsa delle 07.05 (via Dante-Concorezz o) perchè con la successiva era impossibile salire sul pullman. Ciò comportava e comporta tutt'ora l'arrivare a destinazione, a Vimercate, con 40 minuti di anticipo e rimanere "fuori" da scuola "a cielo aperto" per 15/20'. Se poi dovesse perdere quella corsa e non riuscisse a salire sulla successiva è garantita l'assenza perchè i genitori nel frattempo sono andati al lavoro ed oltre a non poterlo accompagnare non potrebbero firmare il permesso di entrata alla seconda ora. Mi auguro che vengano presi provvedimenti in tempi brevi...
0 #1 Marta B. 2012-09-24 10:14
Meno male, sono condizioni disumane, io ho mio fratello e mio cugino che prendono quel pullman e non è davvero possibile, sembra il traghetto di Caronte verso l'inferno, anzi Dante e Virgilio erano meno stipati!

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI