Truffe online usando la casa comunale: denunciato

Concorezzo. Metteva in affitto una camera della casa comunale da cui, tra l'altro, è stato sfrattato. Contattava le sue vittime tramite il portale subito.it, si faceva dare un anticipo di circa 300 euro, consegnava le chiavi (finte) e poi spariva dalla circolazione. Sono almeno tre i casi denunciati ai carabinieri e di cui dovrà rispondere un giovane concorezzese noto ai Servizi sociali. Come raccontato da un ragazzo siciliano con una lettera al Protocollo del Comune, la truffa era di per sè semplice: la camera, in un appartamento comunale di via Adda, 19, veniva proposta in condivisione sul noto portale internet. Il truffatore si presentava all'appuntamento per riscuotere l'acconto e, contestualmente, consegnava un mazzo di chiavi. Ma quando i truffati si presentavano sul pianerottolo, la serratura non funzionava. Alle promesse (telefoniche) di restituire il maltolto, ovviamente non sono seguiti i fatti. Sembra che, tra l'altro, il presunto truffatore fosse stato già sfrattato da tempo dal Comune. I carabinieri dovranno stabilire se all'interno delle case comunali ci sia anche un complice del malvivente.

home-589068_1280.jpg

Commenti  
+1 #1 Paolo 2020-05-19 09:55
Perchè fate vedere la foto di un palazzo che non é assolutamente quello in questione pur essendo nella stessa via?
Non mi sembra corretto nei riguardi di chi abita nel palazzo della foto. Nel caso pubblicate la foto del palazzo in questione
Cordialmente
Aggiungi commento