Vandalo "tradito" dalle telecamere: rischia tre anni

bullismo_concorezzo.jpg

Concorezzo. A distanza di pochi giorni è stato riconosciuto, fermato, denunciato e ora rischia da sei mesi a tre anni di reclusione. Il "giovane" di 23 anni, italiano e residente a Concorezzo, aveva pensato bene di passare lo scorso fine settimana spaccando cassette delle lettere e prendendo a calci i bidoni della spazzatura. Questo accadeva in via della Repubblica nella notte tra venerdì e sabato. Il vandalo probabilmente non si è reso conto che, in particolare dove si trovavano le cassette delle lettere di alcuni studi professional, c'era una telecamera della videosorveglianza installata dal Comune. Così le Forze dell'ordine hanno visionato ore di girato fino ad avere una buona inquadratura del personaggio. Per sua sfortuna si tratta di una persona nota. Così nella giornata di ieri i carabinieri della locale stazione, hanno bussato alla sua abitazione e, messo davanti all'evidenza, lo hanno accompagnato in caserma. Dopo le operazioni di rito, è stato formalmente denunciato per danneggiamento aggravato, cosa di cui dovrà rispondere davanti al Tribunale d Monza. Per l'accusa formulata rischia (è bene dirlo a chi pensa che siano solo ragazzate), da sei mesi a tre anni di carcere. Ultimamente le Forze dell'ordine, anche la Polizia locale, hanno deciso d adottare il pugno di ferro dopo le numerose segnalazioni di comportamenti scorretti fra cui l'ultimo che ha portato alla denuncia di una decina di giovani

Aggiungi commento