Vita da cani per il Comune, ci tocca vendere anche l'area per Fido

b_450_500_16777215_00_images_areacaniviamoro.jpegConcorezzo. I Comuni messi in ginocchio dai tagli del Governo di Roma sono costretti a vendere i gioielli di famiglia. E mentre Milano (!) sta addirittura valutando di mettere all'asta la storica e prestigiosa galleria del Duomo, nel suo piccolo Concorezzo deve arrangiarsi come può.
Ed ecco che il lotto standard compreso tra le via Aldo Moro ed Europa (nella foto una panoramica dal satellite) verrà ceduto ai privati. Si tratta di un terreno edificabile di circa 4700 metri quadrati, per cui la base d'asta è stata fissata in 701.625 euro. Lì è presente anche un'area destinata allo svago dei cani... Fido e i suoi padroni dovranno farsene una ragione, ma anche per i Comuni, in questo momento, è una vita da cani...

In Municipio le offerte potranno essere presentate fino al 7 settembre, alle 12. Ecco la perizia di stima: http://www.comune.concorezzo.mb.it/allegati/2639%5Eperizia%20terreno.pdf

Commenti   
0 #6 giovanni malafarina 2012-08-24 12:59
Aggiungo: a Desio hanno fatto una variante che restituisce a terreni argicoli e verde pubblico ben il 60% dei terreni destinati dalla precedente giunta a edificazione. E' la prova provata che le leggi di Roma non costringono alla cementificazion e del poco verde rimasto. E' solo la volontà di questa giunta di farlo.
0 #5 Kat 2012-08-24 12:40
Ringraziamo Concorezzo.org che ci consente di sapere davvero cosa accade sul territorio, nel bene e nel male questa è realmente informazione che consente al cittadino di sapere e valutare per il futuro le proprie scelte elettorali. Inoltre con i commenti si riesce a dare comunque dei consigli che, se estrapolati dalla veemenza del disagio del cittadino che li propone, possono essere interessanti. Comunque sia il vecchio adagio che dice "Se il mattone tira,tira tutta l'economia" ormai appartiene al passato, la gente è stanca di veder palazzi vuoti, gru e sparire il verde, inoltre in periodi di disoccupazione e continui rincari ci si chiede chi possa comprare queste case. Ma si sa la risposta è sempre quella, non sappiamo dove poter tirar fuori risorse, ci sono i tagli etc.. etc.. etc.. e questo accade come abbiamo visto con qualsiasi giunta di qualsiasi colore. Grazie concorezzo.org
0 #4 giovanni malafarina 2012-08-24 10:08
Queste decisioni sono inaccettabili e le loro giustificazioni ancora meno. Un comune a guida PdL non può dare la colpa al governo di Roma per i tagli ai comuni, quando ogni decisione del governo di Roma passa solo perché è avallata dal PdL. Inoltre l'edificazione dei terreni è indice di una concezione antiquata e ottusa del governo di una città. I terreni sono quasi finiti, poii dove andranno a prenderli i soldi? E' un problema che arriverà ben presto, ce lo si ponga adesso, prima di devastare inutilmente quella miseria di verde che è rimasta.
Piuttosto, la giunta si si faccia un giro a Cassinetta di Lugagnano, dove hanno fatto una moratoria delle edificazioni eppure non vanno certo a fondo.
No, qui c'è qualcosa che non quadra... Ci sono interessi personali in ballo, per caso?
0 #3 paolone 2012-08-24 07:47
Ci sono troppe cose che non vanno, a partire da uno stato pieno di debiti e non in grado di gestire il suo bilancio che impone alle realtà minori l'assurdo patto di stabilità; è come una madre che ruttando con le dita nel naso dice al figlioletto di non appoggiare i gomiti sul tavolo !
Continuando poi con un comune che messo alle strette non sa più dove recuperare questi soldi e si prodiga in rocambolesche mi si passi il termine, "cagate", come questa, dove si trasforma nel pgt un'area da standard a industriale proprio di fronte a una zona residenziale e soprattutto a una scuola media, inducendo così la convivenza tra traffico pesante generato da un insediamento industriale e ragazzi in bicicletta che si recano a scuola !!?!!
Tagliamo il più possibile i costi, iniziando dagli sprechi assurdi, come ad esempio condizionare (giorno e notte) l'intera ala del comune dove si trova la sala consigliare, inutilizzata per tutto l'estate con addirittura finestre e persiane aperte su piazza castello, chiaro che questa è una goccia nel mare, ma vi garantisco che sprechi simili fanno girare non poco le eliche.
0 #2 rubina 2012-08-23 13:02
Inoltre il comune potrebbe dare le multe a tutti quei ragazzi che per tutta l'estate giocano a pallone in Villa Zoia devastando tutto il prato e schiamazzando fino a sera. poi a tutte quelle moto e motorette che rombano in via Dante a 200 km . sai quante altre cose ci sarebbero da dire

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI