Slider

Criptovalute: il punto sul Bitcoin di tradingcenter.it

Il Bitcoin, ovvero la più conosciuta tra le criptovalute al mondo, è un sistema di pagamento basato sulla crittografia nato su scala globale. Sfrutta un sistema "a blocchi" (dall' inglese blockchain) concepito per azzerare la possibilità di frodi. La blockchain non è altro che un complesso sistema tecnologico che gestisce un insieme di dati (i cosiddetti "pacchetti di dati") in modo distribuito. 

Nato ufficialmente nel 2009, il Bitcoin non si appoggia a nessuna Banca Centrale o istituzione governativa: esso si regge, infatti, solo sulla sua blockchain. Ad oggi conta quasi 40 milioni di utenti al mondo con un trend in continua crescita.

Previsioni in crescita

Caratterizzato da un andamento altalenante per sua stessa natura, il Bitcoin in questo primo avvio di 2021 ha raggiunto il suo massimo valore. L'investimento in criptovaluta è stato sostenuto dal grande interesse dimostrato dagli investitori americani; tuttavia, dopo questa primissima fase molto positiva, il valore del Bitcoin si sta assestando.

Se, da un lato, gli investitori d' oltreoceano restano prudentemente in attesa di nuovi sviluppi, è innegabile che attorno alla criptovaluta si stia consolidando un interesse via via più crescente. Sempre più persone sono disposte a chiudere un occhio di fronte all' instabilità di questa nuova moneta, attirati dalle possibilità di guadagno, e scelgono di investire in Bitcoin.

I Bitcoin hanno una volatilità circa dieci volte superiore rispetto a quella di Euro, Dollaro e Yen e questa è una fra le ragioni che hanno reso difficile il loro imporsi sul mercato come metodo di pagamento stabile. Tuttavia, in molti sono pronti a scommettere sulla validità della criptovaluta negli anni a seguire.

Un invito alla prudenza

Scegliere di investire i propri soldi acquistando Bitcoin sembra essere l'investimento più furbo del 2021. Alcuni analisti ritengono che la criptovaluta rappresenti, al giorno d' oggi, un ottimo investimento, altri, al contrario, mettono in luce quanto essa sia soggetta a una profonda instabilità, tanto da considerarla un forte deterrente all' acquisto.

Ricordiamo, a titolo di esempio, che nel 2017 il Bitcoin è stato oggetto di un calo precipitoso: è crollato addirittura di un terzo del suo valore in una sola giornata. Date le sue caratteristiche di estrema volatilità e altalenanza, potrebbe non essere la scelta giusta se state cercando un investimento (relativamente) sicuro.

Se, invece, si dispone di una piccola somma e si sta pensando di investirla in Bitcoin, ecco alcuni utili suggerimenti da tenere in considerazione.

Cosa tenere in considerazione quando si investe

Nel momento in cui si investe in cripvaluta tenere sempre in considerazione l' eventualità di una perdita consistente qualora si verificasse un nuovo crollo del mercato.

Non investire subito grosse somme di denaro. Meglio darsi il tempo di studiare prudentemente il mercato, per poi, in caso, aumentare l' investimento.

Affidarsi a una piattaforma di investimento affidabile e conosciuta per non rischiare di ritrovarsi con valori sfavorevoli.

Non improvvisarsi broker da un giorno all' altro ma valutare con attenzione l' andamento storico del mercato per analizzarne i picchi e le flessioni.

Tenersi "psicologicamente" pronti di fronte agli scossoni del mercato. La componente speculativa è molto presente in questo tipo di investimento, meglio non dimenticarlo mai.

I Bitcoin dividono gli investitori: c'è chi è pronto all' acquisto intravedendone le potenzialità anche sul lungo periodo e chi, al contrario, è restio di fronte a un andamento sul mercato così instabile. Questa criptovaluta è caratterizzata da un'estrema volatilità e dalle oscillazioni, tuttavia, chiunque decida di investire in Bitcoin, sarà meglio che si affidi a piattaforme operative sicure, affidabili e dagli alti standard qualitativi, al fine di minimizzare il più possibile i rischi.

bitcoin-2643159_1920.jpg

Aggiungi commento