santalfredo
santalfredo

Gugia dòra, ecco a chi va la benemerenza civica

foto-luca-scaccabarozzi-2_orig.jpgConcorezzoDomenica 13 novembre, in Villa Zoia, è in programma la manifestazione della Festa del Paese con la consegna della civica benemerenza Gügia dòra, del premio CASC e del riconoscimento ai negozi storici.

Nel corso della manifestazione è in programma anche un momento dedicato ai medici in pensione Angela Biolchini, Enrico Beretta, Paolo Cantù, Arturo Fossati, Aurelio Limonta. Una targa speciale verrà dedicata ad AVIS Concorezzo per i suoi 50 anni di attività

La Gügia dòra, giunge in questo 2022 alla sua 23^ edizione e rappresenta il pubblico riconoscimento a persone, enti o associazioni concorezzesi attive nei campi del lavoro, dello sport, della cultura, dell’arte o della solidarietà.

Il programma di domenica 13 novembre in Villa Zoia:

Ore 17 Spettacolo-concerto: MILVA, PIAZZOLLA E IL TANGO

Ore 18 Consegna benemerenze

Gügia dòra a Elio Maria Pozzi, Luca Scaccabarozzi e CFP Marconi

Premio CASC a Pietro Gervasoni

Consegna targa Negozi storici: Agri Brianza srl e Levati srl

Ringraziamento ai medici Angela Biolchini, Enrico Beretta, Paolo Cantù, Arturo Fossati, Aurelio Limonta.

Motivazioni Gügia dòra

Elio Maria Pozzi - fondatore e Presidente di Avo Concorezzo dal 2000 e tra i Fondatori del CASC.

Per sua capacità di spendersi costantemente per le persone più fragili e bisognose offrendo compagnia, sorrisi e affetto, conciliando il tutto con la vita familiare e l'attività imprenditoriale.

Luca Scaccabarozzi - direttore di coro, tra i più riconosciuti e apprezzati a livello nazionale. Pur avendo raggiunto importanti successi come direttore d’orchestra, pianista, cantante e docente, continua a portare nel cuore la nostra comunità condividendo la musica come arte capace di toccare il cuore di tutti.

Centro di Formazione Professionale Marconi (CFP) - nel 10° anno dalla sua apertura, per aver creato per le nostre ragazze e i nostri ragazzi un percorso di formazione strutturato capace di creare un ponte concreto con il mondo del lavoro, operando in sinergia con le realtà economiche e produttive del nostro territorio.

Ringraziamento ai medici in pensione Angela Biolchini, Enrico Beretta, Paolo Cantù, Arturo Fossati, Aurelio Limonta. Per la loro lunga attività a Concorezzo e per aver contribuito con professionalità, passione e dedizione al benessere della città.

La dichiarazione del Sindaco Mauro Capitanio:

“Come ogni anno scegliere tra le candidature che vengono presentate per la Gügia dòra non è semplice. Nonostante sia ormai 23 anni che si rinnova questo momento, i concorezzesi degni della Gügia non mancano. Abbiamo quindi dovuto scegliere e lo abbiamo fatto con l’obiettivo di premiare sia la tradizione sia l’innovazione. Ecco allora la scelta delle tre benemerenze che assegniamo in questo 2022.

Abbiamo voluto premiare Elio Pozzi, figura nota nell’associazionismo locale. Un concorezzese che per tutta la vita ha scelto di dedicarsi non solo alla famiglia e al lavoro ma anche alla sua città. Una scelta che, lo possiamo ben immaginare, ha comportato non pochi sacrifici e rinunce ma che Elio ha sempre portato avanti con il sorriso e convinzione. Si tratta certamente di un esempio per tutti, di uno stimolo a fare e a non fermarsi alla propria casa e alla propria famiglia ma ad andare oltre per fare del bene alla propria comunità, mettendosi in gioco in prima persona.

Le altre due benemerenze, come lo scorso anno con Federica Pozzi e Claudia Pagani, sono nel segno del lavoro vero e proprio. Abbiamo premiato Luca Scaccabarozzi, giovane concorezzese che ha fatto dell’arte, della musica in particolare, la sua professione. Una professione svolta ad altissimo livello. A lui va certamente il nostro plauso e il nostro grazie, per non aver dimenticato la nostra città ma, anzi, per aver sempre Concorezzo tra le sue priorità nonostante la carriera.

La terza benemerenza è stata data al CFP Marconi in occasione del decimo anno di attività della scuola. Un’occasione per sottolineare il quotidiano lavoro che viene svolto dal corpo docente e dalla direzione con i ragazzi e la bella collaborazione che si è instaurata con il Comune e l’intera città. In particolare voglio ricordare il progetto di formazione attivo con alcune aziende del territorio (Schindler e Acquaworld) e l’impegno di alcuni ragazzi per un progetto di formazione rivolto agli anziani sull’accessibilità informatica.

 

In questo 2022 abbiamo, infine, deciso di dare un particolare riconoscimento ai medici in pensione dopo anni di attività a Concorezzo. Un ringraziamento sentito per la loro professionalità e per la disponibilità dimostrata verso i nostri concittadini.

 

Per quanto riguarda il premio CASC, le associazioni aderenti hanno scelto Pietro Gervasoni, concorezzese che, nel corso della sua vita, ha dedicato e continua a dedicare tempo e passione per lo sport cittadino, in particolare per la Pallavolo Concorezzo di cui è tuttora vicepresidente”.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI