Mostre fuori porta: Tex compie 70 anni

image1.png

Milano. Tra le tante cose da fare anche coi bambini durante le feste, ecco un'idea che per molti sarà anche un viaggio nei ricordi.  Presso il Museo della Permanente di Milano, è  in programma la mostra su il fumetto Tex Willer della Sergio Bonelli Editore.  Inaugurata il 2 ottobre terminerà  il 27 gennaio 2019 con fotografie, disegni, bozzetti e numerose installazioni, gli organizzatori omaggiano in modo colossale Aquila della notte (appellativo che i navajo janno assegnato a Tex dopo il matrimonio con Lilyth).

LA STORIA

Nato nell'ottobre del 1948 dalla mente e dalla mano di Luigi Bonelli ed Aurelio Galleppini , questo super eroe del west ha avuto diversi creatori. Ben 92 disegnatori e 26 sceneggiatori, hanno permesso a questo comic di essere ancora oggi il più  venduto in italia, oltre che  tradotto e distribuito in 42 paesi, compresi: Turchia, Ucraina, Finlandia e Colombia. Basterebbe questo per far capire quanto può  essere grandioso il mito di Tex, un mito che ancora oggi appassiona tanto i nonni quanto i nipoti. Sicuramente il suo successo è da attribuirsi all'immagine di impavido giustiziere, del quale anche in questi tempi si sente il bisogno. Pronto sempre a combattere qualsiasi sopruso commesso da chiunque, al di là della razza che numerose componevano la popolazione dell'America al tempo del Far West. La sua anima antirazzista, si mostra con i visi multietnici dei suoi compagni di viaggio: la moglie Navajo Lilyth morta a causa del vaiolo portato per vendetta da due visi pallidi, tramite alcune coperte donate alla tibu di cui faceva parte; il figlio "mezzo sangue" Kit , che segue le orme del padre; il pard Kit Carson sempre pronto ad accompagnare il suo amico in ogni avventura; in fine Tiger Jack pellerossa saggio e flemmatico al quale Bonelli riserva il compito di cancellare lo stereotipo che nei film di quel periodo, era rappresentato da nativi americani violenti e saccheggiatori. Dal primo numero con il titolo:"Il totem misterioso", all'ultimo  ora in edicola "La banda di Red Bill", Tex ha percorso quasi un secolo, riuscendo sempre ad essele avvincente ed attuale.

Per commentare effettua il LOGIN al sito, se non sei ancora registrato REGISTRATI